PAT * TRENTINO SVILUPPO: QUASI 6 MILIONI PER L’INNOVAZIONE E LA PROMOZIONE DELLE IMPRESE

Trentino Sviluppo, ulteriori risorse per l’innovazione e la promozione delle imprese. Approvato dalla Giunta il primo aggiornamento al Piano attività 2018-2010. Movimentate risorse aggiuntive per quasi 6 milioni di euro.

La Giunta provinciale, su proposta dell’Assessore allo Sviluppo Economico e Lavoro, ha approvato oggi il primo aggiornamento del Piano triennale 2018-2020 di Trentino Sviluppo per quanto riguarda gli ambiti “servizi” e “contributi” dedicati alle attività di promozione, qualificazione e incentivi a sostegno dei percorsi di innovazione e crescita delle aziende trentine e del tessuto economico locale.

Si tratta delle attività “soft” messe in campo dalla società di sistema della Provincia autonoma di Trento: non quindi le operazioni riguardanti gli asset produttivi o turistico-funiviari, ma quell’importante insieme di azioni e progetti sempre più apprezzati dalle aziende di qualsiasi dimensione perché costituiscono un valore aggiunto che le aiuta ad essere più efficaci e competitive sui mercati globali.

Le risorse a disposizione di Trentino Sviluppo per l’anno in corso passano da 11,3 milioni di euro a 17 milioni di euro, con un incremento di 5,7 milioni. Tra le novità il finanziamento di un piano biennale per le attività propedeutiche alla nascita di un “cluster dello sport trentino”, un programma di azioni volte ad animare la storica Manifattura Tabacchi di Rovereto aprendola alla città e percorsi specifici di accesso al credito riservati alle microimprese. Le nuove risorse permetteranno inoltre di irrobustire il ricco programma di attività già in pieno svolgimento: dall’attrazione di imprese ed investimenti ai percorsi di internazionalizzazione, dai vari servizi erogati nei sei incubatori d’impresa, i Business Innovation Centre (BIC), alla comunicazione, promozione e marketing strategico, passando per la valorizzazione dell’artigianato e la promozione del distretto della pietra e del porfido.

Il primo aggiornamento del Piano triennale 2018-2010 di Trentino Sviluppo finanziato dal “Fondo per lo sviluppo dell’economia trentina art. 33 L.p: 6/99 – Sezione promozione, qualificazione ed incentivi” prevede due ambiti: quello dei “servizi”, per il quale le risorse a disposizione nel 2018 passano da 5 a 9,6 milioni di euro, con un incremento quindi di 4,6 milioni di euro; quello dei “contributi” che passa da 6,3 a 7,4 milioni di euro, con un incremento pari a 1,1 milioni. La copertura finanziaria delle nuove risorse messe a disposizione di Trentino Sviluppo è garantita in buona parte dai risparmi realizzati l’anno precedente, in parte da nuovi finanziamenti che vanno ad alimentare il fondo provinciale.

Il Totale complessivo del Piano a seguito del presente aggiornamento risulta essere di Euro 19.463.273,88.

Ecco una sintesi delle principali voci che compongono l’ambito “Servizi”.

Attrattività. Vengono intensificate le azioni di FDI intelligence, con l’utilizzo di strumenti che facilitino l’individuazione e l’attrazione proattiva di aziende interessate ad insediarsi in particolare in Progetto Manifattura e Polo Meccatronica, le azioni di promozione multicanale e le fiere, di attrazione reattiva e proattiva, così come i servizi “after care” fondamentali per monitorare il mercato locale ed avere un contatto continuo con le aziende. Un nuovo finanziamento da 2,3 milioni di euro è riservato, su indicazione della Provincia, ad interventi promozionali relativi a progetti di riconversione dell’economa turistica.

ProM Facility e Industry 4.0. Altre risorse vanno ad irrobustire il piano ed il raggio d’azione dei laboratori avanzati di Polo Meccatronica, anche alla luce del notevole interesse manifestato da aziende locali e nazionali per i servizi offerti. Finanzieranno formazione specialistica e creazione di know-how, l’organizzazione di workshop ed eventi, la partecipazione a fiere nazionali ed internazionali, la concretizzazione di progetti di business per la ricerca industriale e la prototipazione a favore dello sviluppo prodotto delle aziende, dalle startup fino ai grandi gruppi industriali.

Incubatori e nuove imprese. Ai progetti ormai consolidati ed apprezzati dalle aziende – dai servizi di preincubazione ed incubazione nei BIC ai percorsi di formazione e tutoraggio – si aggiungono nuove risorse con le quali concretizzare alcune iniziative proposte dal Comitato costituito qualche mese fa e che ha lavorato per “aprire” l’ex Manifattura Tabacchi di Rovereto verso l’esterno e portare nell’incubatore eventi culturali ed occasioni di incontro. Nell’ambito di un protocollo approvato recentemente dalla Provincia si costruiranno inoltre percorsi di accompagnamento delle micro-imprese verso il credito e verrà realizzata una mappatura delle startup innovative e delle PMI innovative presenti sul territorio, ancorché non iscritte allo speciale albo della Camera di commercio, al fine di evidenziare le opportunità a disposizione in relazione alla loro natura e al settore di attività.

Internazionalizzazione. Proseguono, con ulteriore impulso date le richieste di partecipazione da parte delle aziende trentine, delle attività di formazione e qualificazione per l’estero, di international coaching, market intelligence, gli incoming di operatori esteri sul territorio trentino, l’accompagnamento in missioni economico-commerciali all’esterno.

Marketing strategico. Alle attività di programmazione strategica, mappatura, monitoraggio e benchmark e progettazione innovativa si aggiunge, con l’ultimo aggiornamento, un piano biennale con una serie di attività propedeutiche alla nascita del “cluster dello sport trentino” con particolare focus su sport-economy, sport-innovazione e sport-tech.

Promozione e comunicazione. Verranno intensificate attività e strumenti di media relations, comunicazione digitale e comunicazione esterna, a supporto delle diverse aree di Trentino Sviluppo, in particolare finalizzate all’attrazione di investimenti ed imprese al fine di valorizzare le opportunità di insediamento nei due incubatori tematici Progetto Manifattura e Polo Meccatronica e promuovere il posizionamento strategico del “sistema Trentino” a livello nazionale ed internazionale anche attraverso una serie di eventi, sponsorizzazioni e partnership importanti network italiani ed esteri.

Supporto alle aziende funiviarie. Verranno erogati servizi ed attività per la razionalizzazione, l’efficientamento e lo sviluppo delle società funiviarie, dalle tecniche e strumenti di monitoraggio e controllo fino alle iniziative di collaborazione e networking finalizzate ad aumentare l’efficienza e a contenere i costi di esercizio.

Valorizzazione dell’artigianato. L’ambito comprende il finanziamento di eventi in loco (Artingegna, Maestro Artigiano) e sul territorio nazionale, con la partecipazione a fiere di settore, così come la promozione della figura del Maestro Artigiano e dei temi dell’Industry 4.0 presso le piccole e medie aziende dell’artigianato trentino. Prosegue in protetto Reload per il sostegno al ricambio generazionale.

Promozione pietra e porfido. Continuano le attività di supporto all’internazionalizzazione, la partecipazione del distretto ad eventi e fiere di settore, così come il progetto per la creazione del “Marchio di qualità” del porfido.

Per quanto riguarda invece l’ambito “Contributi” vengono incrementate le risorse da destinare ad interventi a favore delle nuove imprese, che passano da 3,4 a 4,5 milioni di euro, con i quali sarà in particolare possibile finanziare i bandi nuova imprenditorialità con particolare focus sulle imprese promosse da giovani e donne: Non subisce invece per ora variazioni in budget di 2,9 milioni di euro riservato al Bando Seed Money in corso di attuazione.