VIDEONEWS & sponsored

(in )
Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

SEN. CONZATTI (IV) * MOBBING E STRAINING: « CON IL DDL MAI PIÙ CASI COME QUELLO DI SARA PEDRI, PREVEDE UNA DEFINIZIONE AMPIA DELLE CONDOTTE VESSATORIE SUL POSTO DI LAVORO »

Conzatti (IV) con il Ddl sul Mobbing e Straining mai più casi come quello di Sara Pedri. “Il Ddl sul contrasto al mobbing e allo straining è un efficace strumento in grado di colmare quel vuoto giuridico che è alla base del proliferare di queste terribili violenze. Il luogo di lavoro deve essere per tutti una realtà in cui poter svolgere le proprie mansioni con profitto e tranquillità, non certo un posto in cui sentirsi minacciati” spiega la senatrice Donatella Conzatti segretario della Commissione sul Femminicidio commentando il ddl 2358, di cui è prima firmataria, che verrà illustrato nel corso di una conferenza stampa lunedì alle 15 a Palazzo Madama.

“Il Ddl prevede una definizione ampia ed omnicomprensiva delle condotte vessatorie sul posto di lavoro, un onere della prova attenuato, previsioni di tutela dei testimoni da minacce e ritorsioni, infine, risarcimenti dei danni in chiave punitiva e sanzionatoria: siamo di fronte alla “tolleranza zero” contro le violenze e le molestie sui luoghi lavoro. Drammatiche vicende come quelle che vedono coinvolta la Dott.ssa Sara Pedri non devono mai più ripetersi”, conclude la senatrice.

Alla conferenza stampa saranno presenti oltre alla senatrice Conzatti (IV) anche esperti della materia come Gianni Rosas Direttore dell’ufficio OIL per l’Italia e San Marino; Emanuele Corn professore dell’Università di Trento; l’Avvocato Domenico Tambasco e Harald Ege psicologo del lavoro