Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

Riunione della Commissione Speciale di protezione civile della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome. Rischio valanghe, varato il testo della direttiva che impegna Stato, Regioni, Province autonome e Comuni.

Rischio valanghe, è stato questo il tema affrontato questo pomeriggio dalla Commissione Speciale di protezione civile, riunita in seduta politica, della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, presieduta dal governatore trentino Maurizio Fugatti. In particolare è stato varato il testo finale di una direttiva sul sistema di allertamento nazionale e regionale e per la pianificazione di protezione civile territoriale nell’ambito del rischio valanghe. Il Trentino ha attualmente la responsabilità del coordinamento della Commissione Speciale.

In apertura della riunione il presidente Fugatti ha illustrato l’oggetto dei lavori e il testo oggetto di votazione.

Il 14 gennaio scorso la direttiva era stata approvata nel suo schema generale, che oggi, con qualche emendamento puntuale frutto di approfondimenti e confronti sul piano tecnico, in particolare in merito alla responsabilità dei sindaci, è stato approvato, per essere sottoposto al voto della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome convocata a Roma giovedì prossimo.

La Commissione speciale di protezione civile ha lavorato in videoconferenza, collegando diverse regioni italiane. Alla riunione ha partecipato anche il dirigente generale del Dipartimento Protezione civile della Provincia autonoma di Trento, Gianfranco Cesarini Sforza.