VIDEONEWS & sponsored

(in )

DOTT. MERLER * SUSSIDI COVID – POLITICA LOCALE: « NON ASPETTIAMOCI LE LORO DIMISSIONI, OGNUNO DI NOI DECIDA DI ASSUMERSI QUOTA PARTE DELLA SUA RESPONSABILITÀ CON IL VOTO »

Dopo le polemiche sui contributi Covid ai professionisti della politica appartenenti alla Lega che ha però subito sospeso dal partito il consigliere, al Partito Democratico e al PATT, c’è da chiedersi quali effetti avranno le imbarazzanti giustificazioni dei segretari politici dei due partiti di centrosinistra sulle prossime elezioni comunali.

Forse poco o nulla, si dirà che erano solo questioni personali che coinvolgevano i singoli consiglieri provinciali in carica fino al 2023. Tutto qui?

Non credo proprio, penso che sia nella responsabilità di ciascuno di noi mandare un segnale chiaro alla politica. Come si può fare?

C’è solo un modo, votando per i partiti che non sono direttamente coinvolti nella vicenda ovvero individuando persone che meritano la nostra fiducia incondizionata.

La politica non potrà mai diventare l’arte di chi pensa al proprio tornaconto personale, ma è la massima espressione della democrazia che richiede prima di tutto coerenza nei comportamenti.

Se non pretendiamo almeno questo, siamo noi stessi a dare l’ennesimo schiaffo alla democrazia partecipativa.

Non dobbiamo certo aspettarci le dimissioni e occorre pertanto che ognuno di noi, nella propria coscienza e sensibilità politica decida di assumersi quota parte della sua responsabilità con il voto.

In generale non è certo un bel periodo neanche per la politica trentina e lo vediamo dalla difficoltà di reperire candidati soprattutto nelle dodici Circoscrizioni cittadine dove vanno di moda le pluricandidature e di gente che non ha nulla a che fare con il singolo territorio.

Non è un aspetto secondario neanche questo e in questo caso la nostra responsabilità è quella di informarci, prima di dare la fiducia, su chi abbiamo di fronte stando attenti a votare persone che poi saranno impegnate direttamente sul territorio, ma soprattutto che conoscano le vere esigenze di quei residenti. I territori non sono tutti uguali e ciascuno ha la propria specificità. Non è campanilismo, è la massima espressione del principio di sussidiarietà che in molti casi viene svilito per mere alchimie politiche.

Vorrei qui lanciare un appello agli elettori di non lasciarsi ingannare dalla retorica politica e di fare uno sforzo per partecipare alla vita pubblica perché la nostra classe dirigente deve meritarsi la nostra fiducia non con l’inganno, ma con l’autorevolezza e la competenza.

 

*

Andrea Merler

Esperto in materia di salute e sicurezza sul lavoro