VIDEONEWS & sponsored

(in )

UNICEF * LEADER G7: HENRIETTA FORE, « OK L’IMPEGNO ASSUNTO PER ACCELERARE LA DISTRIBUZIONE DI VACCINI, SICURI EFFICACI E CONVENIENTI PER I PAESI PIÙ POVERI »

Accogliamo con favore l’impegno assunto questa settimana dai leader delle nazioni del G7 di accelerare la distribuzione di vaccini sicuri, efficaci, accessibili e convenienti per i paesi più poveri, con l’obiettivo di porre fine alla pandemia nel 2022. Un accesso equo ai vaccini COVID-19 rappresenta la via d’uscita più chiara da questa pandemia per tutti noi – bambini inclusi, e gli impegni annunciati dai membri del G7 la scorsa settimana sono un passo importante in questa direzione.

L’UNICEF è particolarmente lieto che alcune delle donazioni di dosi saranno rese disponibili immediatamente per integrare le carenze in corso. Tuttavia, il tempo è ancora di fondamentale importanza.

L’UNICEF ringrazia gli Stati membri del G7 per i loro impegni e il loro continuo sostegno. L’UNICEF ringrazia anche tutti i suoi ambasciatori e i sostenitori che stanno condividendo le loro voci per estendere l’appello per donazioni di dosi immediate e significative. Se vogliamo mantenere l’impegno collettivo di porre fine alla pandemia il prossimo anno, resta ancora molto lavoro da fare.

Anche se molti cittadini dei paesi ad alto reddito iniziano a prendere in considerazione una vita post-vaccinazione, nei paesi a basso reddito il futuro appare piuttosto cupo. Già quest’anno sono morte più persone di COVID-19 che in tutto il 2020, a causa di focolai in numerosi paesi dove i vaccini rimangono fuori portata. Siamo particolarmente preoccupati per le ondate in Sud America, Asia e Africa.

Mentre la pandemia infuria, il virus muta e produce nuove varianti che potrebbero potenzialmente minacciare sia chi è vaccinato, sia che chi non è vaccinato. Siamo in una corsa feroce. Donare dosi ora è una politica intelligente nei nostri migliori interessi collettivi.

Diverse previsioni suggeriscono che i paesi del G7 avranno abbastanza scorte di vaccino per donare 1 miliardo di dosi già alla fine del 2021.

Oltre a queste generose promesse di vaccini, l’UNICEF e le molte organizzazioni e paesi coinvolti nella distribuzione e nella preparazione hanno bisogno di tempi chiari su quando i vaccini saranno disponibili. Questo è un elemento particolarmente importante per distribuire con successo i vaccini in paesi con scarse infrastrutture sanitarie.

La pandemia di COVID-19 ha sconvolto la vita dei bambini, colpendo ogni aspetto della loro vita: la loro salute, l’istruzione, la protezione e la prosperità futura. Ora, più che mai, quello che facciamo oggi avrà un impatto significativo e duraturo sui domani di tutti noi. Non c’è tempo da perdere”.