VIDEONEWS & sponsored

(in )

ROSSATO (FRATELLI D’ITALIA) * IDROSADENITE SUPPURATIVA: « LA PAT ATTUI LE MISURE ED I BENEFICI PER LE PERSONE CHE SOFFRONO DI QUESTA MALATTIA RARA »

Rossato (Fratelli d’Italia): “Idrosadenite suppurativa: la Provincia attui le misure per i benefici agli individui che soffrono di questa malattia rara”.

“Con delibera del 27 luglio 2016, la Giunta provinciale riconosceva ai soggetti affetti da idrosadenite suppurativa l’esenzione – a partire dal 1° gennaio 2017 – dalla compartecipazione alla spesa sanitaria e, a decorrere dal 7 aprile 2017 (giorno dell’adozione di tale provvedimento), l’erogazione di prestazioni aggiuntive secondo le direttive dell’Apss.

Nelle scorse settimane però, alcune persone affette da questa malattia rara hanno portato alla mia attenzione come tale impegno sarebbe rimasto sostanzialmente inattuato, costringendo gli affetti da idrosadenite suppurativa riconosciuti e certificati dall’U.O.M. di Dermatologia del Servizio Ospedaliero Provinciale a pagare non solo farmaci, integratori, dispositivi e parafarmaci, ma anche le prestazioni sanitarie appropriate a monitorare e contenere i sintomi, gli effetti, le complicanze della patologia e la prevenzione degli ulteriori aggravamenti.

Sottolineo il fatto che l’idrosadenite suppurativa è riconosciuta come malattia rara a livello provinciale e non nazionale, e ciò è certamente un elemento virtuoso per il nostro Trentino. Tuttavia, questo riconoscimento meriterebbe la corretta attuazione per conferire i doverosi benefici alle persone che quotidianamente convivono con una patologia invalidante sia sul piano fisico che psicologico. Confido che il mio intervento odierno in Consiglio Provinciale abbia portato all’attenzione della Giunta la questione, e auspico una pronta attuazione delle misure necessarie.”

 

*

INTERROGAZIONE A RISPOSTA IMMEDIATA
(Articolo 155 del Regolamento interno)

La delibera della Giunta provinciale n. 573/XV riconosceva, in attuazione dell’ordine del giorno n. 228 approvato dal Consiglio provinciale nella seduta del 27 luglio 2016, ai soggetti affetti da idrosadenite suppurativa l’esenzione – a partire dal 1° gennaio 2017 – dalla compartecipazione alla spesa sanitaria e, a decorrere dal 7 aprile 2017 (giorno dell’adozione di tale provvedimento), l’erogazione di prestazioni aggiuntive secondo le direttive dell’Apss indicate nell’allegato A). Secondo alcune segnalazioni giunte alla sottoscrivente nelle scorse settimane da parte di alcuni aventi diritto, questo impegno sarebbe sostanzialmente rimasto inattuato costringendo gli affetti da idrosadenite suppurativa riconosciuti e certificati dall’U.O.M. di Dermatologia del Servizio Ospedaliero Provinciale a pagare non solo farmaci, integratori, dispositivi e parafarmaci ma anche le prestazioni sanitarie appropriate a monitorare e contenere i sintomi, gli effetti e le complicanze della patologia e per la prevenzione degli ulteriori aggravamenti. Tutto ciò premesso, si interroga la Giunta provinciale per conoscere le misure che intende mettere in campo per dare concreta attuazione a quanto previsto dalla delibera n. 573/XV.

 

*

Cons. Katia Rossato