PROVINCIA AUTONOMA TRENTO

Covid-Free (13ma puntata format Tv)

A ventiquattr’ore di distanza, San Siro torna protagonista, ancora una volta con il pieno di spettatori, per l’andata della seconda semifinale di Coppa Italia (ritorno il 4 e 5 marzo). Milan-Juve non è mai una partita qualunque, e non lo sarà nemmeno domani sera, anche se entrambe le squadre arrivano all’appuntamento con più dubbi che certezze. Quelli del Milan, emersi dopo il derby, sono legati alla dipendenza da Ibrahimovic e alla scarsa produttività in attacco, elementi che starebbero spingendo la parte della dirigenza rossonera, quella sportiva, ad ipotizzare la sostituzione di Pioli a fine anno, con il possibile ritorno di Max Allegri sulla sua vecchia panchina.

Anche Maurizio Sarri, che ha ereditato la panchina la della Juve proprio da Allegri, non vive giorni sereni, tra la sconfitta di Verona che è costata l’aggancio in vetta da parte dell’Inter, il bel gioco che continua a latitare, nonostante i gol a ripetizione di Cristiano Ronaldo, la scarsa tenuta difensiva e l’ennesimo infortunio di Douglas Costa.

Milan-Juventus, calcio d’inizio alle 20.45, sarà trasmesssa in diretta da Rai1, domani, giovedì 13 febbraio, subito dopo il Tg1: la telecronaca sarà di Stefano BIzzotto e Antonio Di gennaro, con interviste ed interventi da bordocampo di Andrea Riscassi ed Aurelio Capaldi. In studio, nella trasmissione curata da Fabrizio Failla, con Franco Lauro ci saranno Marco Civoli, Guglielmo Stendardo e Tiziano Pieri, per l’analisi della partita anche dal punto di vista arbitrale.