L’archeologia del Trentino in vetrina a Firenze. Dal 21 al 23 febbraio a tourismA – Salone dell’archeologia e del turismo culturale.

L’appuntamento per gli appassionati di archeologia, cultura e viaggi è a Firenze dal 21 al 23 febbraio con la sesta edizione di “tourismA – Salone dell’archeologia e del turismo culturale”. Tra i circa cento espositori anche la Soprintendenza per i beni culturali della Provincia autonoma di Trento con uno stand dedicato all’archeologia del Trentino con il Museo delle Palafitte di Fiavé, il Museo Retico di Sanzeno, le aree archeologiche di Tridentum e altri siti fra i quali Monte San Martino ai Campi e Acqua Fredda al Passo del Redebus. Nell’occasione sarà inoltre presentato al pubblico il parco delle palafitte di Fiavé in fase di realizzazione con apertura prevista nella prossima estate. Il parco completerà il percorso, avviato con il museo, di conoscenza e valorizzazione del sito palafitticolo di Fiavé incluso, assieme a quello di Ledro e ad altri 109 siti palafitticoli preistorici dell’arco alpino, nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO.

Organizzato dalla rivista Archeologia Viva, tourismA si conferma, anno dopo anno, una manifestazione particolarmente apprezzata e seguita dal pubblico come testimoniano le oltre 13.000 presenze della scorsa edizione. Si tratta di un momento di esposizione, divulgazione e confronto di iniziative legate alla comunicazione del mondo antico e alla valorizzazione delle sue testimonianze. La kermesse coinvolge numerose realtà culturali ed economiche attive nel settore archeologico, artistico e monumentale: istituzioni di ricerca pubbliche e private, parchi, musei, enti di promozione, operatori turistici, categorie professionali. Particolarmente seguiti dal pubblico sono gli incontri con i protagonisti del panorama culturale, sono infatti oltre 250 i relatori annunciati nell’edizione di quest’anno.

Nel corso dei tre giorni saranno presentate le ultime novità in tema di ricerca archeologica e di tecnologia applicata alla divulgazione dei beni culturali oltre a proposte di viaggi e itinerari alla scoperta del patrimonio culturale e ambientale in Italia e all’estero. Non mancheranno laboratori didattici rivolti alle famiglie e ai più giovani con particolare attenzione all’educazione al patrimonio culturale. Informazioni e programma: www.tourisma.it