Investimenti, budget di 17 milioni di euro per i Comuni. La delibera approvata su proposta dell’assessore agli enti locali. I fondi serviranno alla manutenzione delle infrastrutture.

Ammonta a 17 milioni di euro la quota integrativa del Fondo per gli investimenti programmati dai Comuni, concessa dalla Provincia autonoma di Trento e prevista dal Protocollo d’intesa in materia di finanza locale per il 2020. Lo ha deciso la Giunta nella seduta di ieri, su proposta dell’assessore provinciale agli enti locali, evidenziando come sia fondamentale garantire alle realtà amministrative trentine le somme necessarie per la realizzazione di interventi di manutenzione e sistemazione di infrastrutture, che hanno peraltro il pregio di incidere in maniera positiva sull’economia locale. “In sede di assestamento del bilancio provinciale, compatibilmente con le risorse disponibili, verranno messe a disposizione ulteriori risorse per i Comuni ed i loro investimenti” aggiunge l’esponente dell’esecutivo.

Tutte le municipalità trentine sono interessate da questa iniziativa e la ripartizione degli importi è stata stabilita sulla base dell’indicatore di “stock di capitale”, che tiene conto della dotazione di infrastrutture presenti in ogni realtà. Nell’ambito del Protocollo di finanza locale, Provincia e Consorzio dei Comuni trentini hanno condiviso che per il 2020 il budget che integra il fondo per gli investimenti (pari a 20 milioni di euro) sia destinato per una quota pari a 17 milioni di euro tra tutti i Comuni e per 3 milioni di euro tra le municipalità che conferiscono risorse al fondo di solidarietà 2020. Nel corso dell’ultima consiliatura dei Comuni, sul budget sono stati concessi ad oggi 158 milioni di euro, ai quali se ne aggiungeranno a breve altri 3. Queste risorse possono essere utilizzate dalle amministrazioni per la realizzazione di investimenti sul patrimonio comunale, individuati in piena autonomia e in coerenza con la loro programmazione, senza alcun obbligo di rendicontazione alla