SIT IN “MUTO” MARTEDI 6 OTTOBRE 2020 ad ore 11.00 davanti alla Provincia Autonoma di Trento in Piazza Dante a Trento.

SAREMO SEDUTI ED IMBAVAGLIATI DAVANTI ALLA PROVINCIA PER DENUNCIARE L’ASSORDANTE SILENZIO IN MERITO DI RSA E INCONTRO ANZIANI/FAMILIARI.

In merito alla gestione degli anziani nelle RSA il vaso è colmo.

Vedere i giocatori di calcio abbracciarsi, esultare e baciarsi oppure assistere alla schizofrenica gestione delle discoteche e delle movide con l’ovvia impossibilità di garantire le distanze e protezioni da contagio lascia l’amaro in bocca.

Si sta assistendo purtroppo ad una ghettizzazione ed una clausura forzata che sta portando velocemente gli anziani a lasciarsi andare per un gravissimo senso di abbandono.
E’ prevedibile un fuggi fuggi da un servizio che è diventato un sistema quasi carcerario, con l’ovvia conseguenza di possibili fallimenti economici delle strutture.
E’ in atto un volontario allontanamento sia da parte degli utenti, spaventati di essere relegati in uno spazio confinato senza speranza, sia del personale infermieristico e degli Oss.
Operatori ai quali è applicato un contratto molto diverso da quello del settore sanitario. Un contratto che potrebbe definirsi punitivo sugli aspetti mansionari e su quelli economico/salariali.

In un momento in cui la stessa OMS dichiara che ci aspettano almeno altri due anni di emergenza riteniamo indispensabile procedere immediatamente senza indugio nel predisporre soluzioni diverse per il contatto degli ospiti con i parenti e per questo esporremo le nostre considerazioni e spiegheremo le nostro proposte.

 

*
ONDA CIVICA TRENTINO