News immediate,
non mediate!

TRENTO – BONDONE * EX ZUFFO: «AREA PARCHEGGIO AUTO E VAN, DIRETTA VIDEO STREAMING»

Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

ITALIA NOSTRA – LEGAMBIENTE – WWF TRENTINO * LETTERA AI CONSIGLIERI PAT – IMPATTO AMBIENTALE: « PROCEDIMENTI VALUTAZIONE, CONTRO LA RIDUZIONE DEI TEMPI IPOTIZZATI DA SPINELLI »

Scritto da
13.34 - giovedì 12 maggio 2022

Nei giorni scorsi è iniziato in Terza Commissione permanente del Consiglio della Provincia autonoma di Trento l’esame del disegno di legge 22 aprile 2022, n. 141 d’iniziativa giuntale (su proposta dell’assessore Achille Spinelli). Il testo prevede misure di semplificazione e accelerazione in materia di opere pubbliche, espropri, gestione del territorio e valutazioni ambientali per il perseguimento degli obiettivi del piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) e del piano nazionale per gli investimenti complementari (PNC), con la modifica delle relative leggi provinciali.

Pur comprendendo il dovere della pubblica amministrazione di fornire tempestivamente i suoi servizi alla collettività, predisponendo procedure che riducano al minimo le attese e le incombenze per i cittadini, si devono segnalare i rischi conseguenti a una drastica compressione dei tempi della partecipazione.

Nella verifica di assoggettabilità a VIA, l’articolo 27 riduce la possibilità di presentare osservazioni da 45 a 30 giorni dalla pubblicazione dell’albo elettronico della Provincia. Nel processo di rilascio del PAUP, l’articolo 29 dimezza da 60 a 30 giorni dalla pubblicazione sul sito istituzionale della Provincia il tempo per presentare osservazioni e per fornire “nuovi o ulteriori elementi conoscitivi e valutativi”.

Trenta giorni sono insufficienti affinché i soggetti portatori d’interessi possano esaminare piani e progetti, valutare le possibili conseguenze e fornire eventuali “elementi conoscitivi e valutativi”. Si chiede quindi, data la complessità dei problemi e la rilevanza che gli apporti partecipativi possono avere, che il tempo disponibile non sia compresso. Si propone invece che nei siti dove viene pubblicata la documentazione s’introduca la possibilità di ricevere notifica al momento stesso della pubblicazione, in modo da poter avviare immediatamente lo studio e la valutazione.

Se si vuole che la partecipazione fornisca un utile contributo, i soggetti potenzialmente interessati devono essere messi nelle condizioni di poterlo produrre. L’invito a partecipare ai lavori della Terza Commissione di lunedì 9 maggio, inviato martedì 3 maggio, ha concesso appena tre giorni lavorativi per esaminare un testo di 38 articoli che apportano modifiche a dodici leggi provinciali. È evidente l’impossibilità di un utile contributo partecipativo, se non limitato alla segnalazione, appunto, dei rischi di compressione della partecipazione stessa.

Per tali ragioni, come comunicato alla segreteria della Terza Commissione (il 6 maggio), le sottoscritte associazioni, in segno di protesta, hanno declinato l’invito a intervenire in Terza Commissione, inviando la presente comunicazione.

Trento, 12 maggio 2022

 

*
Manuela Baldracchi -presidente della sezione trentina di Italia Nostra onlus

Andrea Pugliese – Presidente del Circolo di Trento di Legambiente

Aaron Iemma –  Presidente dell’Associazione WWF per il Trentino

Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA
© RIPRODUZIONE RISERVATA
DELLA FONTE TITOLARE DELLA NOTIZIA E/O COMUNICATO STAMPA

È consentito a terzi (ed a testate giornalistiche) l’utilizzo integrale o parziale del presente contenuto, ma con l’obbligo di Legge di citare la fonte: “Agenzia giornalistica Opinione”.
È comunque sempre vietata la riproduzione delle immagini.

I commenti sono chiusi.