In breve le motivazioni che hanno portato la Federazione ad insignire Alberto Pattini con la medaglia d’oro Giuseppina Negrelli.

Per il suo costante impegno, di durata decennale, nel ricordare la storia della nostra terra e a difendere la nostra identità. Tale attività si è espressa in variati modi fra i quali:
– pubblicazioni di libri riguardante la storia della nostra terra,

andando indietro nel tempo
– la richiesta di posizionare in qualche parte della città di Trento una scultura in legno raffigurante uno Standschuetzen

In tempi più recenti
– si è attivato presso il Consiglio Comunale di Trento per il posizionamento di una targa per ricordare gli oltre 1.100 soldati di Trento e sobborghi appartenenti all’esercito austro-ungarico caduti nella prima mondiale 1914 – 1918, pubblicando luna ricerca con Nomi e Cognomi di tutti i caduti di Trento e sobborghi. Posizionamento avvenuto il 26 luglio 2008.
– si è attivato presso il Consiglio Comunale di Trento per dedicare un angolo della città ad Andreas Hofer. Inaugurazione avvenuto il 20 dicembre 2019.
– si è attivato presso il Consiglio Comunale di Trento per la salvaguardia del ex Casino di bersaglio in Trento salvandolo dal previsto abbattimento ed opera tutt’ora per il suo restauro.

 

*

S.H.

Il Landeskommandant Enzo Cestari