News immediate,
non mediate!

INTERVISTA ALLA PRESIDENTE ELINA MASSIMO (IRASE TRENTINO ALTO ADIGE SÜDTIROL)

Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

ENEL GRIDS E HITACHI ENERGY * INNOVAZIONE TECNOLOGICA: « SVILUPPATO UN NUOVO TRASFORMATORE AD IMPRONTA CARBONICA RIDOTTA, PER RETI SEMPRE PIÙ SOSTENIBILI »

Scritto da
11.22 - giovedì 14 luglio 2022

ENEL GRIDS Riduzione degli sprechi, aumento della sicurezza dei lavoratori e radicale abbattimento delle emissioni tra gli elementi più importanti del nuovo trasformatore messo a punto dal Gruppo Enel, leader globale nella gestione di reti di distribuzione elettrica.

Conseguito grazie alla collaborazione con Hitachi Energy, leader tecnologico e di mercato nelle soluzioni di trasmissione, distribuzione e automazione di rete, l’innovativo sistema si pone in linea con l’impegno Net Zero di Enel verso la decarbonizzazione delle infrastrutture.

Il primo trasformatore Alta Tensione/Media Tensione (AT/MT) Eco-design a basse perdite, isolato con estere naturale, un olio vegetale totalmente biodegradabile, e con ridotto livello di emissioni di CO2: è il frutto della sinergia tra Enel Grids e Hitachi Energy, che hanno conseguito un risultato fondamentale sia dal punto di vista della sostenibilità ambientale che sotto il profilo della sicurezza. Un importante traguardo ingegneristico in linea con la strategia Net Zero di Enel, che vede una significativa evoluzione delle infrastrutture di distribuzione elettrica verso l’obiettivo di reti carbon-free.

Il lavoro congiunto svolto dai team di Enel Grids e Hitachi Energy ha portato all’omologazione di un trasformatore di potenza nominale di 40 MVA, che rappresenta un’innovativa soluzione tecnologica in ottica di graduale azzeramento delle emissioni indirette dell’infrastruttura (Scope 3): l’impiego dell’estere naturale come isolante al posto del tradizionale olio minerale si caratterizza, infatti, per un’impronta carbonica notevolmente ridotta, dalla produzione fino allo smaltimento. Questo liquido dielettrico naturale ha inoltre caratteristiche di resistenza al fuoco estremamente migliori rispetto all’olio minerale, ed offre pertanto importanti vantaggi anche dal punto di vista della prevenzione degli incendi. Lo sviluppo e la realizzazione del progetto hanno avuto luogo nello stabilimento di Hitachi Energy a Monselice, in provincia di Padova, mentre l’effettiva messa in opera del trasformatore avrà luogo nella Cabina Primaria di Caltagirone, in provincia di Catania: una soluzione all’avanguardia che, tra le altre cose, costituisce un altro primato di innovazione nell’ambito delle reti di distribuzione.

“Il nostro obiettivo di una rete a zero emissioni è concreto e raggiungibile ed implica una sfida di innovazione tecnologica per progettare e costruire reti elettriche che coniughino rispetto dell’ambiente, efficienza e sicurezza – ha commentato Antonio Cammisecra, Responsabile Enel Grids. – Favorire la transizione energetica significa impegnarsi affinché la decarbonizzazione coinvolga tutta la catena del valore del Gruppo. Per questo abbiamo lanciato la strategia Net Zero per le reti elettriche, con l’obiettivo di azzerare progressivamente l’impronta carbonica del nostro business collaborando insieme a partner che condividono la nostra stessa visione, come Hitachi. È perciò motivo di grande soddisfazione annunciare l’omologazione del primo trasformatore AT/MT Eco-design, un importante passo avanti nel cammino verso reti più sostenibili e resilienti”.

“Crediamo che per la transizione energetica sia fondamentale la collaborazione e il forte coinvolgimento di tutte le parti interessate. Hitachi Energy lavora con partner come Enel Grids per consentire un futuro energetico sostenibile in cui la decarbonizzazione, la protezione degli ecosistemi, la sicurezza delle persone e l’uso responsabile delle risorse abbiano un ruolo cruciale. La sostenibilità è anche guidata dall’innovazione e questi trasformatori di potenza eco-efficienti sviluppati congiuntamente, che fanno parte del nostro portafoglio EconiQ, con prodotti, servizi e soluzioni a prestazioni ambientali eccezionali, ne sono un esempio”, ha dichiarato Bruno Melles, responsabile della Business Unit Transformer di Hitachi Energy.

Il trasformatore è stato progettato per essere totalmente intercambiabile con quello tradizionale, e dunque non comporterà alcun intervento di adattamento in loco. Quella messa a punto nello stabilimento di Monselice è solo la prima di una serie di iniziative analoghe che Enel Grids sta portando avanti: sono infatti già stati commissionati altri 20 trasformatori isolati ad estere naturale, con l’obiettivo di installarli in Europa e Sudamerica. E se la transizione legata ai grandi trasformatori di potenza richiede tempi più lunghi e si sta dunque svolgendo in maniera più graduale, per quello che riguarda i trasformatori delle reti di distribuzione Enel Grids ha già adottato globalmente la strategia di approvvigionarne il 50% in estere naturale.

Enel Grids è la divisione globale di Enel dedicata alla gestione del servizio di distribuzione elettrica nel mondo, attraverso tredici società con sedi in otto paesi, che occupano più di 33.000 colleghi e circa 60.000 persone che lavorano ogni giorno sulle reti elettriche del Gruppo lunghe oltre 2.2 milioni di chilometri al servizio di 75 milioni di clienti. Il gruppo Enel è il più grande operatore privato di questo settore e la Business Line Enel Grids ha definito Grid Futurability come la propria roadmap industriale e tecnologica, che renderà le reti elettriche piattaforme inclusive e partecipative, promuovendo il coinvolgimento e l’interazione di tutte le categorie di stakeholder, aprendo nuove opportunità in termini di modelli di business innovativi, e mettendo al centro il cliente e la sicurezza di comunità, operatori ed ecosistemi naturali a contatto con l’infrastruttura. L’obiettivo di Enel Grids è assicurare ai paesi in cui opera un servizio di distribuzione elettrica basato su una infrastruttura resiliente, sostenibile, e aperta alla partecipazione di tanti nuovi protagonisti del mondo dell’energia.

Hitachi Energy Ltd. è un leader tecnologico globale che promuove un futuro energetico sostenibile per tutti. L’azienda serve clienti nei settori delle utility, dell’industria e delle infrastrutture con soluzioni e servizi innovativi lungo tutta la catena del valore. Con clienti e partner, innova le tecnologie e abilita la trasformazione digitale per accelerare la transizione energetica verso un futuro a zero emissioni. Hitachi Energy fa progredire il sistema energetico mondiale per renderlo più sostenibile, flessibile e sicuro, bilanciando il valore sociale, ambientale ed economico. Con un’esperienza comprovata e una base installata senza pari in oltre 140 paesi, l’azienda ha sede in Svizzera e impiega circa 38.000 persone in 90 paesi, per un volume d’affari di circa 10 miliardi di dollari.

*

Hitachi guida la Social Innovation Business, creando una società sostenibile attraverso lo sviluppo di dati e tecnologie. Risolveremo le sfide dei clienti e della società grazie alle soluzioni di Lumada che sfrutta IT, OT (Operational Technology) e prodotti, attraverso i nostri settori aziendali di Digital Systems & Services, Green Energy & Mobility, Connective Industries e Automotive Systems. Spinti da green, digitale e innovazione, puntiamo alla crescita grazie alla collaborazione con i nostri clienti. I ricavi consolidati della società per l’anno fiscale 2021 (terminato il 31 marzo 2022) sono stati pari a 10.264,6 miliardi di yen (84.136 milioni di dollari USA), con 853 filiali consolidate e circa 370.000 dipendenti in tutto il mondo. Per ulteriori informazioni su Hitachi, visitare il sito Web dell’azienda all’indirizzo https://www.hitachi.com

Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

I commenti sono chiusi.