VIDEONEWS & sponsored

(in )

DORIGATTI (FACEBOOK) * MIGRANTI: ” LA DIFFUSIONE DI STEREOTIPI NEGATIVI COME L’IDEA CHE TALI PERSONE COSTITUISCANO UN PESO O UNA MINACCIA STA ALIMENTANDO UN CLIMA DI ESCLUSIONE SOCIALE “

#arrivi3giorno #immigrazioneintrentino #giornatadelrifugiato Oggi con 258 milioni di migranti nel mondo e un numero sempre crescente di rifugiati, la diffusione di stereotipi negativi, come l’idea che tali persone costituiscano un peso o una minaccia, sta alimentando un clima di esclusione sociale.

Una delle cose da sottolineare è la necessità che i migranti, come ogni altra persona, vedano rispettati e protetti i propri diritti umani fondamentali senza discriminazioni.

Nelson Mandela, finita la prigionia durata 27 anni, come presidente della Nazione si impegnò per proteggere la vita e la dignità di tutte le persone.

In un’occasione, in cui a causa di un ulteriore massacro di neri da parte di un gruppo di bianchi, era esplosa la rabbia della comunità nera, Mandela non si limitò a pronunciare uno scontato appello all’armonia sociale: durante un discorso elettorale improvvisamente chiamò una donna bianca che stava in fondo al pubblico e la invitò a salire sul palco.

Poi sorridendo la presentò alla folla dicendo che era l’infermiera che lo aveva curato quando si era ammalato in prigione, aiutandolo a guarire.

Quel comportamento di Mandela sembra rivelare come sapesse, fin troppo bene e con dolore, quanto le catene di un sistema disumano potessero derubare la persone della loro umanità.