VIDEONEWS & sponsored

(in )

COPPOLA (FUTURA) – INTERROGAZIONE * HABITAT: « LA GIUNTA PAT È A CONOSCENZA DEL TAGLIO DI ALBERI PREGIATI NELLE VICINANZE DELLE CASE ITEA DI MELTA DI GARDOLO? »

In questi giorni sono stati abbattuti, nelle strette vicinanze delle case Itea di via Giongo a Melta di Gardolo, una serie di alberi pregiati che negli anni sono stati piantati da Itea, ma anche dalla circoscrizione e da alcuni condomini.

Aceri del Canada, Cedri del Libano, sambuco e gelsi sono stati abbattuti senza che nessuno ne fosse preventivamente informato.

La motivazione pare sia che questi alberi diventavano pericolosi perché troppo vicini ai due tracciati dell’alta tensione.

Non si comprende perché non si è scelto il ridimensionamento del loro volume evitando di ricorrere a soluzioni estreme. Gli alberi sono un patrimonio immenso di naturalità, salubrità dell’aria, raffrescamento e ombreggiatura.

Ospitano uccelli e piccoli animali e rappresentano un indispensabile corridoio faunistico che collega le varie zone della città.

La prossimità con le case è un inestimabile valore aggiunto sia in centro città che nelle periferie, dove il costruito ha preso il posto del verde. Gli alberi, gli arbusti e i fiori spontanei sono custodi di biodiversità e habitat.

 

*

Ciò premesso interrogo il presidente della Giunta provinciale per sapere:

se sia a conoscenza del taglio di alberi pregiati nelle vicinanze delle case Itea di Melta di Gardolo;

se intenda farsi portatore presso Itea di una cultura ambientale a difesa del verde di competenza delle case pubbliche;

se intenda garantire il rispetto delle normative che regolano la manutenzione degli alberi, affinché il taglio indiscriminato, che tanta indignazione e dispiacere ha sollevato in tanti cittadini, sia l’ultima ratio. Prima di arrivare al taglio ci sono soluzioni alternative percorribili a livello di manutenzione e messa in sicurezza.

 

*

Lucia Coppola