VIDEONEWS & sponsored

(in )

“ SI PUÒ FARE! “ * ADESIONE A “ CORAGGIO ITALIA “: AGNOLI, « NON SI TRATTA DI SCIOGLIERE LA NOSTRA LISTA CIVICA, MA DI PARTECIPARE AD UN’ “ OPERAZIONE DAL BASSO ” »

Si è creata parecchia confusione, in questi giorni, in merito all’adesione di Si può fare! al progetto Coraggio Italia! L’adesione -prevista come possibile all’articolo 1 dello Statuto che parla di “aggregazione di partiti e movimenti politici, in forma associativa e non, alla quale partecipi anche l’Associazione (Si può fare!) o da questi promossa”- è stata votata dalla Giunta Esecutiva del partito, all’unanimità dei presenti, e verrà presto sottoposta anche all’ Assemblea.

È bene però sottolineare che non si tratta di sciogliere o di annullare la nostra lista civica, quanto di partecipare, mantenendo la nostra autonomia, ad un’ “operazione dal basso”, come la ha definita il senatore Gaetano Quagliariello, che non vuole schiacciare le singole realtà locali, ma, per quanto è dato di capire, federarle tra loro.

E’ molto importante che le persone interessate al progetto sappiano che in realtà il partito Coraggio Italia! non è ancora costituito.

Si sta infatti ancora lavorando “alla costituente del partito, con i quattro capi delegazione”: il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, i senatori Marco Marin e Gaetano Quagliariello (LINK).

Questo significa da una parte che Si può fare! attende ulteriori sviluppi, per capire meglio come si evolveranno le cose, e per muoversi di conseguenza, secondo le modalità previste dal suo Statuto, dall’altra che non esiste ancora alcun referente ufficiale di Coraggio Italia! in Trentino (e non potrebbe essere altrimenti, visto che è ancora in fase di elaborazione lo Statuto che dovrà disciplinare questi aspetti della vita interna del partito).

 

*

Francesco Agnoli
segretario pro tempore di Si può fare!