Paccher: “Stiamo lavorando anche ora pensando a domani”. I Consigli regionali e provinciali di tutta Italia in prima linea per pensare al futuro.

“La situazione che stiamo vivendo ha messo tutti noi a dura prova, ma non dobbiamo limitarci ad attendere e dobbiamo guardare al futuro. Per questo abbiamo già svolto una importante assemblea plenaria dei Presidenti delle Assemblee legislative italiane, in teleconferenza, per poter iniziare a programmare i prossimi passi” – così Roberto Paccher, Presidente de Consiglio regionale, in questi giorni – come noto – colpito personalmente dal virus Covid-19 per il ricovero in ospedale del padre – “Come Presidenti dei Consigli regionali e provinciali, siamo chiamati a rappresentare i nostri cittadini e dovremo mettere in campo, finita la situazione di emergenza, strategie condivise per permettere una veloce ripresa dei nostri territori.

In questa prima fase stiamo già svolgendo, in sinergia con i Segretari generali, un lavoro per poter arrivare all’applicazione più corretta delle direttive imposte dai decreti governativi succedutisi in questi giorni e su come far funzionare al meglio gli organi legislativi, a tutela dei dipendenti ma anche di tutti i cittadini, che devono avere risposte dagli organi legislativi. E stiamo condividendo le buone pratiche, in modo da poter apprendere gli uni dagli altri le strategie migliori, pensarne di nuove, ed essere pronti, non appena usciti da questa drammatica situazione, a rilanciare i rispettivi territori. Quella che stiamo vivendo è una fase difficile, ma, nel rispetto delle singole tragedie individuali che stanno colpendo moltissime famiglie trentine e altoatesine, dobbiamo provare a vedere le opportunità di questa situazione per essere preparati a quando tutto questo sarà finito”.