VIDEONEWS & sponsored

(in )

CONFCOMMERCIO – TRENTINO * ‘IL PANTRENTINO’ PROTAGONISTA AL PREMIO ROMA 2018: SUL PODIO I PANIFICI ‘MODERNO’ DI ISERA E ‘TECCHIOLLI’ DI CAVEDINE

Il Pantrentino protagonista al premio Roma 2018: due trentini sul podio dei pani tradizionali di grano tenero. Al concorso per i migliori pani e prodotti da forno tradizionali il riconoscimento ai panifici Moderno di Isera e Tecchiolli di Cavedine.

Importante riconoscimento per la panificazione trentina alla 15a edizione del “Premio Roma”, concorso nazionale “per i migliori pani e prodotti da forno tradizionali” indetto dalla Camera di Commercio di Roma e realizzato da Agro Camera (azienda speciale della stessa Camera per la valorizzazione del settore agroalimentare) in collaborazione con Arsial ed in sinergia con Unioncamere Lazio e con il sistema delle Camere di Commercio della regione.

Quest’anno hanno partecipato al concorso 52 panifici provenienti da tutta Italia, suddivisi in 6 aziende del nord, 34 del centro e 12 aziende del sud Italia, che hanno presentato oltre 130 prodotti in sei sezioni. Nella categoria “pani tradizionali di frumento tenero” primo e terzo posto conquistati rispettivamente dal panificio Moderno e dal panificio Tecchiolli.

Sabato 26 maggio 2018, nella suggestiva cornice della Sala del Tempio di Adriano, a Roma, il Panificio Moderno di Isera (primo classificato) ed il Panificio Tecchiolli di Cavedine (terzo classificato) sono stati i protagonisti del Premio Roma 2018 nella categoria “Pani tradizionali di frumento tenero” presentando il Pantrentino, un prodotto realizzato con farina di grano, proveniente dalle colture agricole della zona di Storo e del basso Chiese, e lievito madre.

La giuria si è complimentata con entrambi i panifici trentini, segno che “a Trento molto si sta facendo” e ha motivato così la scelta del Pane valutato migliore: “Pane tradizionale del territorio con farina di grano tenero proveniente da coltivazione locale del Trentino. Ingredienti molto semplici: farina, acqua, lievito madre e sale ne fanno un pane di particolare pregio.”

«La ricetta del Pantrentino, un pane dal gusto e profumi intensi – spiega il presidente dell’Associazione Panificatori della provincia di Trento Emanuele Bonafini – è stata elaborata dai Maestri Panificatori dell’Associazione Panificatori della Provincia di Trento ed è il risultato di un progetto di valorizzazione del nostro territorio alpino attraverso la reintroduzione della coltivazione del frumento nelle nostre valli e dell’utilizzo della farina a km 0 al fine di attivare una filiera corta del pane ed elevare la proposta qualitativa della panificazione trentina. Si tratta di un pane originale, naturale e caratteristico del nostro territorio rurale e montano».

«Per la nostra Associazione questa premiazione – prosegue Bonafini – costituisce un importante segnale di soddisfazione e di gradimento del lavoro svolto; ci persuade a credere che l’abilità, la perizia e la grande competenza dei panificatori trentini siano gradite a consumatori ed esperti del settore in cerca di qualità, tipicità ed originalità del prodotto alimentare».

 

*

PANIFICIO TECCHIOLLI
Da più di un secolo nel settore dell’“arte bianca”, il panificio pasticceria Tecchiolli di Cavedine produce con metodo artigianale oltre cinquanta tipi di pane diverso e un vasto assortimento di prodotti salati e di pasticceria. Alla tradizionale gamma di prodotti della linea “I sapori del borgo”, l’azienda affianca oggi le linee “Lievito madre Tecchiolli” e “Molino Tecchiolli”: prodotti “km 0” realizzati con farina trentina macinata direttamente nel proprio laboratorio.

 

*

PANIFICIO MODERNO
Tutto nasce dalla passione per il pane e i prodotti da forno tanto cari alla famiglia Piffer, che dai genitori Anna e Paolo è passata ai figli, una nuova generazione di panettieri con la voglia di innovare: nei prodotti, nelle lavorazioni e nei servizi. Nella passione tutto parte dalla famiglia, così come nei prodotti tutto parte dai cereali: selezionati tra i campi assieme agli agricoltori e macinati a pietra da mugnai di fiducia.