PROVINCIA AUTONOMA TRENTO

Covid-Free (ottava puntata format Tv)

Il Codacons sta ricevendo nelle ultime ore le segnalazioni degli utenti che denunciano l’attivazione automatica sui propri smartphone con sistema operativo Android di servizi legati al Covid-19, senza le dovute informazioni circa le finalità dei medesimi servizi.

Molti utenti segnalano come sui propri telefonini, nella schermata dei servizi Google, sia apparsa in queste ore la voce “Notifiche di esposizione al Covid-19”, servizio attivato in modo automatico e all’insaputa dei possessori dei dispositivi, e di cui non si conoscono né le caratteristiche, né le finalità – spiega il Codacons – Non è chiaro ad esempio né quando né come avrà termine l’utilizzo di tale servizio che, una volta attivato sui cellulari, potrebbe comunque essere idoneo ad inviare informazioni senza il necessario consenso e volontà dell’utente.

Per tale motivo il Codacons ha presentato una istanza a Google e Samsung chiedendo di provvedere a fornire adeguata informativa agli utenti circa le modifiche che verranno apportate sui propri dispositivi, anche per l’utilizzo della App IMMUNI, dando precise avvertenze su tutte le funzionalità del servizio per garantire la sicurezza delle informazioni, la libertà del consenso prestato, i termini e le condizioni di utilizzo, i sistemi messi in atto per garantire la privacy degli utenti.

Al Garante per la protezione dei dati personali il Codacons ha invece chiesto di accertare, secondo le proprie competenze, se le modalità di avvio ed installazione dell’applicazione siano conformi ai provvedimenti adottati in materia.

Tutti i consumatori che rilevano la presenza di app non autorizzate sul proprio cellulare e legate al Covid-19 possono segnarlo al Codacons al numero 89349966 attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 14 alle ore 17.