Associazione Transdolomites - Il progetto del treno Trento - valli Avisio

Intervista al Presidente Massimo Girardi

Soresina. Arrestato dai Carabinieri l’autore dei furti avvenuti negli ultimi mesi.

Alle prime luci dell’alba di oggi 22 settembre i Carabinieri della Compagnia di Cremona hanno arrestato in flagranza l’autore dei furti che da quasi 2 mesi imperversava per le vie di Soresina spaccando i vetri della autovetture per poi rubare quello che trovava all’interno.

L’operazione che ha preso avvio verso le ore 05:00 ha visto impegnati in militari del NORM della Compagnia unitamente a quelli della locale Stazione è il risultato di una importante attività investigativa avviata dai Carabinieri a seguito delle numerose denunce (oltre 40) presentate dai tanti cittadini di Soresina che dopo aver parcheggiato la loro autovettura quando la mattina tornavano a riprenderla per recarsi al lavoro trovavano il vetro rotto e vari oggetti rubati. Ma non solo furti su autovettura, il 26enne di origini marocchine residente a Soresina arrestato dai Carabinieri, avrebbe rubato anche all’interno di alcune cantine e in diverse abitazioni.

Quando stamattina i Carabinieri hanno bussato alla sua porta per dare esecuzione ad un decreto di perquisizione emesso dalla Procura di Cremona sulla base degli elementi raccolti dagli investigatori di Cremona che da tempo erano già sulle sue tracce, il 26enne si è chiuso dentro tanto che i militari per entrare hanno dovuto forzare la porta e andare stanza per stanza fino a quando non l’hanno trovato nascosto all’interno di un armadio in compagnia del suo cane.

Nel corso della perquisizione i Carabinieri riuscivano ad accertare che il giovane era rientrato in casa da pochi minuti dopo aver commesso alcuni furti su autovetture parcheggiate nel centro di Soresina (motivo per cui si era nascosto) e recuperavano gran parte della refurtiva consistente in pc portatili, cellulari, ipad, utensili da lavoro, biciclette, orologi, abbigliamento e attrezzature per sport. In particolare quella dei 5 furti su autovettura avvenuti stanotte (cellulare, occhiali da sole, cuffie bluetooth e contante vario) veniva recuperata tutta e restituita agli aventi diritto.

Il 26enne arrestato è stato trattenuto negli uffici della Compagnia di Cremona in attesa della direttissima che avverrà nel corso della mattinata.