VIDEONEWS & sponsored

(in )

CANALE 5 * “ VIAGGIO NELLA GRANDE BELLEZZA “ * « RACCONTERÀ COME LA CREATIVITÀ DEGLI ARTISTI ABBIA RAPPRESENTATO LA NASCITA E LA FANCIULLEZZA DI GESÙ, APPUNTAMENTO PER IL 29/12 »

Dopo il grande successo di pubblico e critica della puntata d’esordio dedicata al Vaticano, nuovo appuntamento speciale con «Viaggio nella Grande Bellezza», doc-evento di Canale 5 in onda dal 29 dicembre in prima serata, con Cesare Bocci in veste di guida d’eccezione.

Lo speciale realizzato da RTI, in collaborazione con RealLife Television e la regia di Roberto Burchielli, illustra con parole e immagini la Grande Bellezza della Natività e l’infanzia di Gesù nell’Arte. Gli appuntamenti a seguire prevedono, a gennaio, Venezia (il 2), Leonardo da Vinci (il 5), Roma (il 12), Torino (il 19) e, infine, il 2 febbraio, Assisi e Orvieto.

«Viaggio nella Grande Bellezza» racconta come la creatività degli artisti abbia rappresentato la nascita e la fanciullezza di Gesù, sin dai primi semplici dipinti delle catacombe romane ai mosaici splendenti delle grandi Basiliche, da Duccio di Buoninsegna a Caravaggio. E ancora, dalla maestosità delle architetture del Duomo di Siena, dedicato alla Madre di Gesù, alla fantasia dei presepi napoletani, in molti casi vere e proprie opere d’arte.

Nessuna figura ha saputo generare tanta bellezza, in tutti i secoli e con le più diverse forme, come quella della Natività. Una serie di capolavori che Bocci restituisce al pubblico con semplicità e naturalezza, talvolta con commenti e osservazioni fuori copione, grazie alle potenti emozioni suscitate dall’impatto con le opere, le persone e gli ambienti visitati.

«Viaggio nella Grande Bellezza» conferma quindi l’esperienza visiva ideale per il pubblico dell’ammiraglia Mediaset, costruita con droni e tecniche di ripresa di ultima generazione, che regalano punti di osservazione unici e privilegiati e svelano scorci di stupefacente grazia. La regia di Burchielli, infine, garantisce massima qualità audio e video, totale assenza di artifici, ritmo e linguaggio che evitano gli schemi della documentaristica tradizionale.

«Viaggio nella Grande Bellezza» è realizzato da RealLife Television, di Maurizio Rasio. I testi sono coordinati da Anna Pagliano e Umberto Broccoli, che è anche ospite fisso delle puntate. Il produttore Mediaset è Monica Paroletti. Capo progetto e curatore del programma è Giuseppe Feyles.

 

*

Di seguito, le opere d’arte che Cesare Bocci racconta nella puntata.

Duccio di Buoninsegna La Maestà del Duomo di Siena (Siena)
artisti vari Il pavimento della Cattedrale di Santa Maria Assunta (Siena)
Beato Angelico Annunciazione del corridoio Nord (Firenze)
Simone Martini Annunciazione tra i santi Ansano e Massima (Firenze)
Pietro Cavallini I mosaici di Santa Maria in Trastevere (Roma)
Jacopo Torriti I mosaici di Santa Maria Maggiore (Roma)
Michelangelo Buonarroti Tondo Doni (Firenze)
Caravaggio Madonna dei Pellegrini (Roma)
Giuseppe Sanmartino Cristo velato (Napoli)
Jusepe de Ribeira Deposizione della Croce (Napoli)

«VIAGGIO NELLA GRANDE BELLEZZA»: SCHEDA TECNICA

una produzione
RTI

conduce
CESARE BOCCI

scritto da
UMBERTO BROCCOLI
ANNA PAGLIANO
FRANCESCA MATTIOLI
DAVIDE MINNELLA
FRANCESCA TALAMO

collaboratrici ai testi
RAFFAELLA SOLERI
SILVIA LADISA

direttore della fotografia
MARCELLO MONTARSI

produttore RealLife Television
MAURIZIO RASIO

produttore Mediaset
MONICA PAROLETTI

produttore esecutivo RealLife Television
MATTEO BARONI

capo progetto e curatore
GIUSEPPE FEYLES

regia
ROBERTO BURCHIELLI

«VIAGGIO NELLA GRANDE BELLEZZA»: NOTE DI PRODUZIONE

«C’è una ricchezza straordinaria, di cui non ci rendiamo pienamente conto.
È un patrimonio frutto della creatività e dell’ingegno dell’uomo.
È un tesoro di bellezza, di cui magari abbiamo sentito parlare, o che abbiamo guardato distrattamente, senza però conoscerlo fino in fondo.
Merita un viaggio speciale, uno spettacolo unico.
Merita la prima serata della rete ammiraglia Mediaset.

Viaggio nella Grande Bellezza è il nome del nostro viaggio.
Sarà un viaggio approfondito, ma alla portata di tutti.
Per capire, conoscere, ma soprattutto meravigliarsi e ammirare.
Perché il fil rouge sarà sempre lei: la Bellezza, in tutte le sue forme.

La Grande Bellezza è un programma che affronta in ogni puntata un argomento, o al massimo due, raccontati a 360 gradi e da diverse angolazioni.
Potrà essere un luogo speciale, come il Vaticano, la Firenze del Rinascimento, le residenze reali della Torino dei Savoia, l’Umbria di San Francesco, Pompei, il Colosseo e i Fori, oppure le magnifiche piazze e i palazzi nobiliari di Roma. Di quei luoghi racconteremo i tesori artistici, la storia, le bellezze opera dell’uomo e della natura. E insieme i personaggi di ieri e di oggi ad essi legati.

La Grande Bellezza è raccontata con taglio popolare, senza tecnicismi, ma mai banale.

La Grande Bellezza è il nuovo programma di divulgazione di Canale 5, trasmesso in prima serata sulla rete più importante di Mediaset».

RealLife Television è una multimedia company specializzata in strategia, produzione e distribuzione di contenuti audiovideo, fruibili su tutte le piattaforme. Nata nel 1999, nelle sue sedi di Roma e Milano dispone di un team di oltre 60 professionisti provenienti dal mondo della comunicazione multimediale. Tra le prime società in Italia ad occuparsi di convergenza tecno-editoriale, presidia i mercati dal mondo digital e social a quello degli eventi e delle produzioni video televisive. Collabora con importanti realtà italiane ed estere quali Mediaset, Rai, Ferrovie dello Stato, Gruppo Benetton, Ansa, Levis, Nestlè, Woolrich, Veepe, Cisco System, Ntv ed altre.

Cesare Bocci è nato Camerino nel 1957. La sua carriera artistica inizio a teatro nel 1982 quando, con altri attori, fonda la Compagnia della Rancia di Tolentino, in cui resta per otto anni. Nel 1990 esordisce al cinema con L’aria serena dell’Ovest, per la regia di Silvio Soldini. Nello stesso anno debutta anche in TV, con la sitcom cult Zanzibar, su Italia 1. Nel 1999 viene scelto per il suo ruolo più iconico, quello di Mimì Augello, nella fiction tratta dai romanzi di Andrea Camilleri, Il commissario Montalbano. Per Mediaset interpreta il ruolo del medico Antonio Ceppi nell’acclamata Elisa di Rivombrosa. Nel 2007 recita accanto a Stefania e Amanda Sandrelli nella miniserie Io e Mamma; nel 2011 è Sebastian per la docu-fiction L’ombra del diavolo, su Retequattro; nel 2017 prende parte a L’isola di Pietro, come Giovanni Pavani, un criminologo forense, su Canale 5. Nel 2020, sempre sull’ammiraglia Mediaset à protagonista, con Nino Frassica, della fiction Fratelli Caputo.

Roberto Burchielli, 53 anni, è regista, sceneggiatore e autore televisivo. Dopo la laurea in Lettere Moderne all’Università degli Studi di Pavia, nel 1990 inizia l’attività di autore e regista televisivo a Mediaset. Lavora anche in RAI ed a MTV. L’esordio alla regia cinematografica è nel 2002, con Come se fosse amore, seguito da Sbirri nel 2009. Ha realizzato programmi di divulgazione come La macchina del tempo, Gaia, SaiPerché, il film e la serie Non smettere di sognare per Canale 5 e un film per RaiFiction e il Corriere della Sera (La scelta di Catia). Per Sky Atlantic e Skytg24 ha diretto due stagioni della docu-serie Cronache di frontiera. Ha girato un film su Federica Pellegrini per RaiTre e curato la docu-serie Storie in divisa per Canale 5. Ha pubblicato Cinecittà la fabbrica dei sogni, Indovina il film (1 e 2), La bella Italia, vent’anni dopo Srebrenica.

Giuseppe Feyles, 63 anni, è sposato e ha tre figli. Laureato in Filosofia, ha insegnato Storia e Filosofia nei licei. Dal 1984 lavora nel settore televisivo. È stato autore e regista per la Rai in radio e tv e collaboratore della CristaldiFilm. Dal 1991 è in Mediaset, prima come produttore esecutivo, poi come Capostruttura. Dal 2007 al 2014 è stato direttore di Retequattro, Iris e TopCrime, ed in seguito vicedirettore generale di Videotime. Oggi è consulente di Mediaset. Docente in diverse università, ha pubblicato quattro libri: Strani delitti all’Hotel dei Filosofi, La classe scomparsa. Racconti, Il montaggio televisivo, La televisione secondo Aristotele.