Raggiunta in Trentino la copertura vaccinale per il morbillo del 95,44%. Presentato oggi il sito internet www.vaccinarsintrentino.org, il portale di informazione medica e scientifica sulle vaccinazioni nella Provincia autonoma di Trento nato per fornire una corretta informazione sulle vaccinazioni e sulla loro validità, ma anche per contrastare i miti, le leggende e la disinformazione.

Alla presentazione di oggi, nella sede dell’Apss, erano presenti l’assessore alla salute, politiche sociali, disabilità e famiglia Stefania Segnana, il dirigente generale del Dipartimento salute e politiche sociali Giancarlo Ruscitti, il direttore generale dell’Apss Paolo Bordon, il direttore sanitario Claudio Dario, il direttore del Dipartimento di prevenzione Antonio Ferro, la pediatra e segretario provinciale della Fimp Trentino Marta Betta e il presidente di Dolomiti Energia Basket Trentino Luigi Longhi intervenuto con il capitano della squadra Toto Forray.

In apertura dell’incontro il direttore generale dell’Apss, Paolo Bordon, ha sottolineato: «Presentiamo oggi questo importante strumento di comunicazione su un tema di cui molto si parla e a volte poco si conosce con l’intento di permettere alle famiglie trentine di informarsi per poter aderire consapevolmente ai nostri programmi vaccinali e al tempo stesso fornire un utile supporto anche agli operatori sanitari.

L’incontro di oggi rappresenta l’occasione per porre l’attenzione sull’importanza di aderire alle vaccinazioni, lo strumento di sanità pubblica che contribuisce a proteggere milioni di persone nel mondo. A questo proposito possiamo finalmente annunciare che anche in Trentino la copertura vaccinale per il morbillo ha superato il 95%, la soglia raccomandata dall’OMS. I report relativi ai primi sei mesi del 2019 indicano infatti che il Trentino riesce a raggiungere le coperture vaccinali previste dal Piano nazionale vaccini, anche per quanto riguarda la vaccinazione contro il morbillo nei bambini a 24 mesi, che ha raggiunto la soglia del 95,44%. Il nostro obiettivo – ha concluso Bordon – è quello di mantenere

e, se possibile, incrementare ulteriormente le percentuali di adesione. Per questo mi rivolgo anche ai media perché ci aiutino a diffondere i messaggi di promozione della salute e l’importanza delle vaccinazioni».

«Questo nuovo progetto dell’Azienda sanitaria, sostenuto dall’Assessorato e dal Dipartimento alla salute della Provincia autonoma di Trento – ha detto l’assessore Stefania Segnana – nasce con l’obiettivo di fornire informazioni scientificamente validate sulle vaccinazioni. Auspico che questo nuovo canale informativo possa contribuire a mettere a disposizione di tutti i cittadini notizie e dati corretti, puntuali e scientificamente provati per dare loro la possibilità di scegliere consapevolmente di aderire alle vaccinazioni».

Secondo Marta Betta, segretario provinciale della Fimp, è fondamentale investire sull’informazione e la comunicazione. «Proprio per questo – ha spiegato – i pediatri in collaborazione con igienisti pubblici organizzano dei momenti di approfondimento dedicati ai futuri genitori per promuovere il tema della prevenzione vaccinale e della prevenzione in senso più ampio. Il ruolo dei pediatri è fondamentale per fare una buona informazione sul tema dei vaccini e costruire un solido rapporto di fiducia con i genitori, elemento chiave alla base di una comunicazione veramente efficace. Occorre lavorare – ha concluso – sulla percezione del rischio legata a certe malattie che purtroppo è andata persa».

La parola è poi passata a Luigi Longhi, presidente Dolomiti Energia Basket Trentino: «Siamo onorati del fatto che l’Azienda provinciale per i servizi sanitari abbia pensato a noi di Aquila Basket come testimonial di questa lodevole iniziativa: ci mettiamo a disposizione volentieri per contribuire, nel nostro piccolo, a garantire una corretta informazione per la salute dei cittadini, a maggior ragione quando si tratta di tematiche importanti e attuali come le vaccinazioni e le vaccinazioni influenzali».

«Il progetto VaccinarSinTrentino – ha affermato Antonio Ferro, direttore del Dipartimento di prevenzione e coordinatore del portale informativo – è la declinazione locale del portale nazionale VaccinarSi (www.vaccinarsi.org), un progetto d’informazione scientifica sulle vaccinazioni che coinvolge professionisti della sanità pubblica ed esperti in materia con l’obiettivo di offrire, alla popolazione e agli operatori sanitari, elementi validi e sostenuti da solide basi scientifiche, per poter scegliere con consapevolezza di tutelare la propria salute con le vaccinazioni raccomandate dal sistema sanitario.

Sulla scia del successo del portale nazionale nel corso degli anni sono nati nove portali regionali e in Trentino il progetto è stato realizzato in collaborazione con i pediatri di libera scelta, la Sezione di igiene dell’Università di Verona e il Dipartimento di prevenzione da me diretto con il patrocinio della Società italiana di igiene, medicina preventiva e sanità pubblica (SItI) e della Federazione italiana dei medici pediatri (Fimp). All’interno del portale – ha illustrato Ferro – si trovano i contenuti più aggiornati sulle malattie prevenibili da vaccino, il calendario vaccinale aggiornato e tutti i riferimenti utili sui centri vaccinali della nostra provincia. Il portale contiene anche un’utile sezione sulle bufale in campo vaccinale corredata da letteratura scientifica aggiornata. Mi preme in questa sede ringraziare – ha concluso Ferro – il Comitato tecnico-scientifico che ha curato la realizzazione del portale provinciale, costituito da medici esperti nel campo della sanità pubblica, della pediatria ed ospedalieri, oltre a operatori dei centri vaccinali».