Associazione Transdolomites - Il progetto del treno Trento - valli Avisio

Intervista al Presidente Massimo Girardi

Dal 19 al 26 settembre 2020 in tutta Italia si svolge la settimana di sensibilizzazione alla donazione di midollo osseo e cellule staminali Match It Now. ADMO ha come scopo principale di informare e sensibilizzare la popolazione italiana sulla possibilità di combattere, attraverso la donazione e il trapianto di midollo osseo, le leucemie, i linfomi, il mieloma e altre neoplasie del sangue.

Sono molte le persone che ogni anno in Italia necessitano di trapianto ma purtroppo la compatibilità è solo di 1 su 100.000. Per coloro che non hanno un donatore consanguineo la speranza di trovare un midollo compatibile per il trapianto è legata all’esistenza del maggior numero possibile di donatori volontari tipizzati, dei quali cioè sono già note le caratteristiche genetiche. Tali informazioni vengono poi inserite nel registro italiano donatori midollo osseo IBMDR, collegato con tutti i registri internazionali.

L’edizione 2020, che inevitabilmente sarà rimodulata a causa del coronavirus, vedrà come protagonisti gli oltre 150 centri donatori che hanno programmato aperture straordinarie per facilitare il reclutamento dei donatori. Non potendo organizzare eventi di sensibilizzazione in outdoor (piazze, università, centri sportivi etc..), il tutto si trasferisce in “rete”: con l’aiuto di influencer, blogger e volti noti ADMO cercherà di sensibilizzare i giovani tra i 18 e i 35 anni alla donazione di midollo osseo e delle cellule staminali emopoietiche.

In Italia, tutti questi progetti e innovazioni nascono per dare una risposta concreta all’impatto negativo che l’epidemia ha avuto sul numero dei nuovi donatori. L’impossibilità di realizzare eventi dedicati all’arruolamento dei ragazzi nelle piazze o nelle scuole ha determinato un calo di circa il 60% del numero di nuovi donatori iscritti al registro IBMDR. La contrazione a cui stiamo assistendo non è sostenibile a lungo termine; da giugno, il registro ha registrato un saldo negativo tra il numero dei nuovi iscritti e i donatori che escono perché hanno raggiunto il 55° anno di vita. Se il trend negativo dovesse proseguire, nel 2020 avremo più donatori dimessi dal registro che nuovi reclutati, per la prima volta negli ultimi 20 anni.

Una nota positiva riguarda la provincia di Trento: nonostante la pandemia, ADMO Trentino e il centro donatori dell’ospedale S. Chiara di Trento non hanno arrestato l’attività di tipizzazione. Questo ci ha permesso di registrare numeri in linea con quelli dell’anno scorso. Durante il lockdown, inoltre, sono stati ben due donatori effettivi di midollo osseo che, consapevoli dell’importanza della donazione, si sono sottoposti alla procedura.

A Trento, il centro donatori Laboratorio Hla Centro trasfusionale dell’ospedale S. Chiara di Trento prevede un’apertura straordinaria nelle giornate di martedì 22, mercoledì 23 e giovedì 24 settembre, con orario dalle 14 alle 17.

Come ogni giorno, i volontari di ADMO Trentino si troveranno alla Banca del sangue di via Malta la mattina, nel momento di massimo afflusso da parte dei donatori di sangue. Allo stand di ADMO sarà possibile ricevere informazioni sulla donazione di midollo osseo come ultima speranza di vita per i malati di leucemie e altre malattie oncoematologiche e iscriversi all’associazione, che funge anche da segreteria per l’Apss, con la funzione di chiamare i suoi iscritti e fissare loro un appuntamento sulla base delle disponibilità comunicate.