Zannini * vigilantes privati a trento: ” Mettendo in campo solo politiche repressive si rischia di dover ‘ rincorrere ‘ all’infinito i fenomeni di devianza sociale “

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato stampa:

La scorciatoia sbagliata dei vigilantes privati. Il centrodestra di Trento si è subito allineato alla proposta del neo governatore Maurizio Fugatti che vuole riempire la citta di vigilantes. Adesso la Lega spingerà dalla provincia per far applicare la militarizzazione degli spazi pubblici e la privatizzazione della sicurezza.

Ma politiche securitarie come l’installazione di telecamere, l’assoldamento di vigilantes privati non sono gli unici mezzi efficaci per riportare sicurezza, e benessere in una città. Mettendo in campo solo politiche repressive (che pure sono necessarie), si rischia di dover “rincorrere” all’infinito i fenomeni di devianza sociale.

È inoltre importante che nel campo della repressione venga mantenuto il “monopolio” della forza pubblica: sono le forze dell’ordine ad essere preposte alla sicurezza e alla repressione dei reati. Queste vanno dotate di risorse adeguate per adempiere al loro ruolo. Scorciatoie, come i vigilantes privati, finiscono per alimentare l’idea sbagliata che alla sicurezza pubblica si possa affiancare una sicurezza privata pagata dagli stessi contribuenti.

 

*

Jacopo Zannini

Consigliere Circoscrizionale Centro Storico piedicastello