GUARDIA MEDICA: INTERROGAZIONE CIVETTINI, IN TESINO SERVIZIO IRRINUNCIABILE?

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato stampa:

(Fonte: Claudio Civettini) – A fronte dell’Interrogazione a risposta immediata n° 3909/XV (che si allega), l’Assessore provinciale alla sanità con rara spocchia ha inteso rispondere rimarcando la differenza tra guardia medica e attività di continuità assistenziale. Dimenticandosi, però, un aspetto per nulla trascurabile, e cioè che la guardia medica è territoriale mentre l’attività di continuità può anche non esserlo. Detto questo, relativamente al caso segnalato con l’Interrogazione dello scampato pericolo di coma ipoglicemico occorso ad un Assessore comunale a Pieve Tesino l’Assessore provinciale ha raccontato che costui avrebbe dovuto tranquillamente aspettare, anche qui dimenticandosi un aspetto importante, vale a dire che, in caso grave, la necessità dell’intervento immediato per la messa in vena di una flebo è determinante per evitare situazioni più gravi. Dunque delle due l’una: o il “professore” Assessore ha il coraggio di denunciare per procurato allarme il signor Assessore, il quale ha ispirato l’Interrogazione a risposta immediata in questione, oppure crediamo del tutto inaccettabile il modus operandi in Assessore che ragiona col pallottoliere, incurante delle conseguenze relative alla soppressione di un servizio fondamentale per il quale i cittadini pagano senza però poterne più beneficiare.

 

 

In allegato il comunicato stampa:

Comunicato stampa – 18 01 17 – GUARDIA MEDICA DEL TESINO SOPPRESSIONE INAUDITAMENTE DIFESA

 

In allegato l’interrogazione:

Question time n. Cons. CIVETTINI – GUARDIA MEDICA DEL TESINO SERVIZIO IRRINUNCIABILE