LIBERI E UGUALI – TRENTINO * AMMINISTRATIVE OTTOBRE 2018: ” APPELLO A GHEZZI E ALLE FORZE SOCIALI CHE LO HANNO SOSTENUTO, CONTRASTARE CULTURE E PRATICHE RAZZISTE E XENOFOBE “

Appello a Ghezzi e alle forze sociali che lo hanno sostenuto, ma non solo, per una coalizione alternativa al Centrosinistra autonomista.

Al di là dei tavoli, un appello per una sinistra responsabile. Liberi e Uguali del Trentino nelle ultime settimane ha sostenuto la candidatura di Ghezzi a dirigere una coalizione ampia, convinti che questo fosse un primo ed importante segno di discontinuità rispetto alle scelte politiche fin qui attuate dal centro sinistra autonomista. Contemporaneamente LeU ha ribadito la pressante esigenza che il confronto si conducesse sul cosa e sul come, piuttosto che sui nomi.

Giovedì 9 agosto il tavolo del Centrosinistra autonomista ha riproposto ancora una volta il confronto sul “Rossi bis”, segnando l’ennesima battuta d’arresto per chi vuole per il Trentino un’agenda radicale che ponga come fondamenti imprescindibili la lotta alle disuguaglianze, nel pieno rispetto della Costituzione, e la riconversione ecologica per il rilancio di un’economia sostenibile.

Indipendentemente dalle scelte del tavolo, Liberi e Uguali del Trentino, riconferma le proprie scelte e chiede a Ghezzi di non deludere le aspettative create e di collaborare alla creazione di una coalizione che converga sulle linee programmatiche, per contrastare culture e pratiche razziste e xenofobe e realizzare un Trentino alternativo a quello esistente, “Il Trentino che vogliamo”.

Liberi e Uguali estende questo invito ai firmatari dell’appello per Ghezzi presidente, Verdi, Primavera Trentina, autoconvocati e dissidenti del Pd, e a tutte le forze ed i soggetti che hanno a cuore il desiderio di rappresentare, in modo alternativo, interessi, valori ed aspirazioni di quell’ampio settore di soggetti e di figure sociali che sperimentano già pratiche ecosostenibili e collaborazioni cooperative.

Si dichiara nel contempo disponibile ad aprire il confronto con tutti gli interessati, attorno alla propria proposta programmatica ed al giudizio critico sull’esperienza del centro sinistra autonomista.

 

*

Il Comitato Promotore Provinciale di Liberi e Uguali del Trentino