VIDEONEWS & sponsored

(in )
Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

UIL SCUOLA * TRENTINO: « IMMINENTE IL BANDO DI CONCORSO PER I DOCENTI DELLA SCUOLA SECONDARIA, ANCHE PER COLORO NON ABILITATI »

Finalmente si attiva una norma fortemente voluta dalla UIL Scuola fin dalla sua approvazione.

Dalla presentazione dell’emendamento alla Legge di Stabilità, al patrocinio delle azioni legali volte alla stabilizzazione, ai colloqui con Presidente Fugatti – Assessore Bisesti – Capigruppo in Consiglio provinciale: la nostra Organizzazione ha continuato a lavorare per poter arrivare al bando di concorso per tutti i nostri colleghi, anche quelli non abilitati.

Avvenuta oggi l’informativa preventiva relativa alla imminente approvazione del bando di concorso straordinario per titoli ed esami per l’assunzione a tempo indeterminato di docenti della scuola secondaria per tutte le classi di concorso.

Un concorso dedicato ai docenti non abilitati, in possesso del titolo di laurea e dei 24 cfu, inseriti nelle graduatorie d’istituto 2017-2021 e che abbiano effettuato almeno tre anni di servizio di insegnamento nelle istituzioni scolastiche e formative provinciali o nelle istituzioni scolastiche paritarie del sistema educativo provinciale o nelle istituzioni scolastiche del sistema nazionale di istruzione.

Il bando in via di approvazione prevede: a) una prova senza punteggio minimo; b) chi supera la prova con punteggio superiore a 35/50 consegue anche l’abilitazione; c) chi ottiene punteggio inferiore ai 35/50 comunque supera il concorso, ma raggiungerà l’abilitazione attraverso un percorso che dovrà essere definito in accordo con il Ministero.

Per UIL Scuola quello presentato nell’incontro è un buon bando, un bel risultato raggiunto. Duole la differenza imposta dal superamento di un certo punteggio ai fini del conseguimento dell’abilitazione: una sentenza del Consiglio di Stato afferma che titolo di accesso più 24 cfu equivalgono a titolo abilitante. Per questa ragione, chiediamo che gli eventuali percorsi da definire in accordo con il Ministero (anche perché siano successivamente spendibili su tutto il territorio nazionale) siano da intendersi alla stregua di un potenziamento della formazione iniziale.
Occorre inoltre un ultimo piccolo sforzo: servono dei correttivi.

Le nostre richieste.
1. A differenza della normativa nazionale, continuano a permanere delle difficoltà nella stabilizzazione di tutti i docenti specializzati sul sostegno. Abbiamo chiesto sia tolto il requisito aggiuntivo della triennalità di servizio. Ove la misura varata in dicembre non lo consenta, la nostra Organizzazione sindacale dichiara fin d’ora che avanzerà richiesta di modifica della legge, attraverso la finanziaria per il 2022.
2. I docenti che non dovessero ottenere immediatamente l’abilitazione, hanno diritto ad aver chiarite le procedure abilitanti in tempo utile per l’immissione in ruolo. In buona sostanza: è necessario fornire tempestiva chiarezza.
3. Deve essere data facoltà anche ai docenti di ruolo di potersi iscrivere al concorso, al fine di ottenere l’abilitazione su altra classe di concorso.
4. Le graduatorie concorsuali che si andranno a generare debbono poter essere utili anche per le assunzioni a tempo determinato.

Chiediamo inoltre che:
le Commissioni di esame siano composte esclusivamente da insegnanti di medesima area disciplinare;

le prove puntino a far valere le competenze didattiche, relative alle modalità di insegnamento, più che a dimostrare competenze tecnico disciplinari;

è necessario ridurre l’enfasi sull’utilizzo delle nuove strumentazioni tecno – digitali: importanti non sono i dispositivi, ma l’idea pedagogica che ne consiglia l’utilizzo. Allo stesso modo appare eccessiva la valutazione delle competenze linguistiche;

in considerazione della necessità di avere misure concorsuali efficaci, rispetto agli obiettivi che si pongono, è necessario ricomprendere anche l’anno in corso all’interno del periodo della triennalità come requisito d’accesso.

Venerdì 24 dovrebbe essere deliberato il bando.
Confidiamo nell’accoglimento delle nostre richieste.