VIDEONEWS & sponsored

(in )
Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

“ SIAMO TERRAGNOLO “ * ELEZIONI AMMINISTRATIVE 10 OTTOBRE: « LA NOSTRA È UNA LISTA GIOVANE, FORMATA DA DIECI CANDIDATI CHE PROPONE COME SINDACO DEBORA BUFALIN »

Ecco SiAmo Terragnolo, prima lista in campo per il Comune. Rispondiamo subito molto volentieri all’appello lanciato da Mario Cossali, che giustamente suona un po’ come una specie di sveglia per Terragnolo. Lo facciamo perché siamo la prima lista depositata – dopo tanto tempo – a Piazza, in Comune, per le elezioni del 10 ottobre. La nostra è una lista giovane che abbiamo scelto già l’anno scorso di chiamare SiAmo Terragnolo per esprimere senso di appartenenza, affetto e attaccamento a questa nostra valle. Se ci rendiamo disponibili ad amministrare il Comune è perché amiamo profondamente Terragnolo e perché siamo convinti che dopo la parentesi del commissariamento sia arrivato il momento di valorizzare concretamente le preziose risorse umane e naturali che questa comunità e questo territorio possiedono.

Ci presenteremo presto pubblicamente con una conferenza stampa, ma crediamo giusto e doveroso far conoscere fin d’ora i nostri nomi e le linee portanti del nostro programma. La lista SiAmo Terragnolo è formata da dieci candidati e propone come sindaco Debora Bufalini – residente a Puechem, dove si trova da sempre la casa di famiglia – e come consiglieri (in ordine alfabetico) Dario Andrighettoni, Stefano Arlotti, Alessandro Beber, Roberta Cuel, Alessio di Costanzo, Valentina Gelmi, Nereo Leder, Massimo Prosser ed Elisabetta Stedile.

Cosa proponiamo? In primo luogo un progetto che dia un futuro a Terragnolo. Terragnolo ha infatti vitale bisogno di una prospettiva, di un programma di crescita credibile e sostenibile che ci consenta di proiettare lo sguardo in avanti con fiducia e che per questo coinvolga e renda partecipi i suoi abitanti mobilitando le idee e le energie migliori in ogni frazione. Non a caso il nostro slogan è tratto da una canzone di Gaber: “Libertà è partecipazione”. Vogliamo che nulla sia calato dall’alto e per questo sosterremo le iniziative di riscoperta e promozione di Terragnolo fiorite in questi ultimi anni in vari settori grazie all’associazionismo e al volontariato di cui specialmente i giovani si sono resi protagonisti.

Presteremo la massima attenzione alle persone più deboli e fragili lavorando per l’equità, la giustizia sociale, l’accoglienza e la formazione, perché nessuno sia escluso, rimanga indietro o si senta abbandonato dalla comunità. E ci dedicheremo quindi al miglioramento dei servizi rivolti in particolare alle famiglie, agli anziani e ai giovani, anche organizzando come amministrazione momenti di incontro e di scambio che favoriscano la circolazione delle idee e la trasmissione delle conoscenze soprattutto a livello intergenerazionale.

Quanto all’ambiente, premesso che ci batteremo con tutte le nostre forze contro il progetto dell’autostrada A31, per come è stato concepito e calato dall’alto, in quanto prefigura la distruzione del nostro splendido territorio, riteniamo fondamentale puntare decisamente al recupero e alla riqualificazione degli immobili esistenti, evitando ulteriori costruzioni e un ulteriore consumo del suolo. Ma vogliamo anche garantire supporto allo sviluppo delle produzioni agricole e ai metodi di coltivazione più in sintonia con le caratteristiche specifiche del nostro ambiente naturale.

Per ora ci fermiamo qui, lasciando al momento della nostra presentazione ufficiale, che avverrà nei prossimi giorni, l’illustrazione dettagliata del programma che ci siamo dati. E chiedendo intanto a tutti di guardare senza pregiudizi, con curiosità e simpatia al nostro desiderio di renderci utili candidandoci alla guida del Comune.

 

*
Valentina Gelmi