News immediate,
non mediate!

POZZER (CONSIGLIERE COMUNALE) – INTERROGAZIONE * ROVERETO (TN): « PERCHÉ NON È STATA SOSTENUTA L’INIZIATIVA DELLA PISTA DI PATTINAGGIO SU GHIACCIO? (POSITIVA IN SENSO SOCIALE – SPORTIVO – EDUCATIVO – TURISTICO) »

Scritto da
14:32 - 28/12/2021

Interrogazione a risposta scritta – Pista di pattinaggio su ghiaccio. Quasi con un miracolo la società “La 0464” di Rovereto è riuscita ad allestire la Città per il prossimo Natale. Luminarie, mercatino, area ristorazione, albero in Piazza, elenco eventi e quant’altro sono pronti, nonostante l’appalto tardivo ricevuto solo lo scorso 14 ottobre.

La Città è addobbata e accogliente.
A rendere tutto ancora più suggestivo si aggiunge un importante punto di riferimento. Anche quest’anno un imprenditore privato ha allestito la bella pista di pattinaggio su ghiaccio in Corso Rosmini.
Un colpo d’occhio straordinario vedere l’affluenza di ragazzi e bambini, famiglie e gruppi di amici assieme ai turisti di passaggio, entrare a cimentarsi sui pattini.

 

Sport nato forse già 3000 anni or sono sui laghi e fiumi delle regioni nord europee è ora una delle discipline invernali di maggiore fascino e divertimento. La nostra corregionale Carolina Kostner ha terminato una carriera strepitosa e concomitante con l’accensione di una nuova stella, questa volta tutta roveretana, Lara Naki Gutman.

Le evoluzioni sul ghiaccio sono frutto di tanto allenamento sviluppato attraverso qualità di forza, resistenza, equilibrio, coordinazione ed esplosività. Risulta conseguente come il pattinaggio su ghiaccio venga apprezzato come mezzo di crescita psicomotoria per bambini e ragazzi.
Dalla data della collocazione la pista è stata presa d’assalto dalle classi di molte scuole i cui insegnanti sono ben consci della bontà educativa di tale disciplina.

Insomma una situazione ideale nella quale chi entra a Rovereto viene accolto da questa pista, tipica dello sport invernale e natalizio, per poi passare ai mercatini e agli eventi.

Tutto molto bello se non fosse per una data, fissata nel calendario dei programmi. La pista di ghiaccio chiuderà il 23 gennaio prossimo. A fronte di tanto entusiasmo e di utilità per le scuole che si contendono gli orari di frequenza, non si comprende perché interrompere tale fruizione.

Contattato, l’organizzatore riferisce che la pista di pattinaggio è conseguente unicamente all’iniziativa privata e che nessun aiuto è stato concesso dall’amministrazione roveretana. Tutto l’investimento a carico del privato ed è solo grazie a lui se Rovereto può presentare tale straordinaria iniziativa sociale, sportiva, educativa e turistica.

Afferma il titolare: “Paghiamo tutto, anche l’acqua per fare il ghiaccio e valutando i costi dell’impianto non possiamo tenere aperto se non nel periodo di massima richiesta. Avremmo richieste dalla scuole per molte ulteriori settimane, tanti bambini roveretani frequentano giornalmente con grande entusiasmo. Vorremmo tenere aperto sino alla fine dell’inverno ma non ricevendo alcun aiuto che peraltro abbiamo richiesto senza ottenerlo, dobbiamo fare i conti con i costi ”.

Cosa dire, se non: peccato!
Perdere un’occasione di questo tipo per valorizzare uno sport invernale attraente per i nostri bambini, ragazzi e studenti con le loro classi, oltre che per l’immagine turistica, è una mancanza a mio modo di vedere molto grave.

Per tale motivo si interrogano il Sindaco e la Giunta per sapere:
1) Come mai non hanno voluto sostenere l’iniziativa della pista di pattinaggio su ghiaccio, così straordinariamente positiva in senso sociale, sportivo, educativo e turistico.
2) Se non ritengono di rimediare prontamente, sostenendo l’organizzatore e assicurando la continuità del servizio sino alla fine dell’inverno.

*

Ruggero Pozzer
Europa Verde Rovereto

 

Categorie Articolo:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.