«Quale futuro per Trento Expo?»

Intervista a Milo Marsilli - Presidente Keeptop fiere

Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

Egregio Signor

Walter Kaswalder
Presidente del Consiglio Provinciale
Sede

Interrogazione a risposta scritta n.

Considerato che:

l’Istituto di Formazione professionale “Sandro Pertini” di Trento da almeno quindici anni è una delle scuole della Provincia più impegnate nell’accoglienza e nell’inclusione di tutti gli adolescenti, siano essi certificati secondo la Legge 104, seguiti dal Tribunale dei Minori, dai Servizi Sociali, dalla Neuropsichiatria infantile, siano essi italiani o stranieri;

l’Istituto Sandro Pertini non ha mai rifiutato l’iscrizione a nessun giovane che abbia fatto richiesta di frequentare la scuola;

in questi anni l’Istituto è riuscito a coniugare le aspettative dei ragazzi meritevoli e le necessità dei giovani più complessi, formando validi professionisti;

in questi anni ha svolto un importante ruolo di protezione e di successo scolastico per adolescenti esposti anche a grave rischio di abbandono scolastico precoce;

in questi anni ha altresì svolto un importante ruolo sociale per la comunità trentina riuscendo con professionalità a progettare soluzioni capaci di mantenere dentro le aule giovani che, altrimenti, sarebbero finiti sulle strade con grave danno per ciascuno di loro, per la società trentina e anche per la rete che se ne occupa;

l’esperienza e il modello dell’Istituto sono riconosciute da pubblicazioni istituzionali di IPRASE (l’ultima appena uscita) e riferite in convegni nazionali e internazionali;

l’Istituto Sandro Pertini rappresenta per tutto questo un punto di riferimento importante in Trentino non soltanto per l’inclusione, ma più in generale per il benessere sociale della Comunità;

Considerato inoltre che:

da venerdì 7 dicembre 2018 sono esposti all’ingresso dell’Istituto di Formazione professionale “Sandro Pertini” 4 manifesti dell’associazione studentesca di ispirazione neofascista Blocco Studentesco (BS);

è inammissibile l’affissione, soprattutto all’ingresso degli Istituti scolastici, di manifesti ingiuriosi, razzisti o sessisti, oltreché lesivi della dignità degli studenti;

Si interroga il Presidente della Giunta provinciale per sapere:

se sia a conoscenza che da venerdì 7 dicembre 2018 sono esposti all’ingresso dell’Istituto di Formazione professionale “Sandro Pertini” 4 manifesti dell’associazione studentesca di ispirazione neofascista Blocco Studentesco (BS);

se ritenga opportuno accertare che il contenuto dei suddetti manifesti abbia in qualche modo attinenza con l’attività didattica dell’Istituto e con gli interessi degli studenti stessi e, in caso difforme, ordinare la rimozione degli stessi ove non provveda immediatamente il Dirigente dell’Istituto.

 

*
Lucia Coppola

Consigliere provinciale Futura 2018