VIDEONEWS & sponsored

(in )

ZENI (PD) – INTERROGAZIONE * DIGITALIZZAZIONE PUBBLICA AMMINISTRAZIONE « PRENOTAZIONE VISITE MEDICHE, QUALI PRESTAZIONI POSSONO ESSERE PAGATE CON IL SISTEMA “PAGOPA” »

PAGOPA: QUANDO SARANNO POSSIBILI TUTTI I PAGAMENTI? In un’epoca in cui la rete internet offre una gamma sempre più vasta di possibilità e di dialogo fra i cittadini ed, in generale, la pubblica Amministrazione, ad esempio sul versante della prenotazione di visite mediche e specialistiche per le quali il pagamento sembra invece subire complicazioni burocratiche, soprattutto per chi risiede lontano da un cosiddetto “punto cassa” dell’ Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari. In tal caso il cittadino è costretto a recarsi in un ufficio postale, con tutte le complicazioni del caso in un periodo come questo, oppure ad un “punto cassa” dell’ A.P.S.S. sparso sul territorio, con tutti i disagi che ciò comporta.

Al fine di consentire quindi il pagamento, attraverso il sistema “PagoPa”, di tutte le prestazioni erogate dall’ A.P.S.S., il Consigliere provinciale del Partito Democratico del Trentino, Luca Zeni, ha depositato oggi un’interrogazione per sapere quali prestazioni sanitarie possono essere pagate con il sistema “PagoPa”; a quali cause vanno imputati i ritardi e le esclusioni nella possibilità di utilizzare questo sistema e quando sarà possibile effettuare tutti i pagamenti attraverso il sistema “PagoPa”.

 

 

***
Ill.mo Signor
Walter Kaswakder
Presidente del Consiglio provinciale
SEDE

Interrogazione n.
PagoPa: quando saranno possibili tutti i pagamenti?

Attraverso la rete internet, quindi quasi da qualsiasi luogo ed orario, è possibile dialogare con l’Azienda provinciale per i servizi sanitari. Sono molti i servizi a cui è possibile accedere, è possibile controllare referti medici, prenotare esami, visite specialistiche e molto altro.
Per un cittadino è possibile prenotare da casa una visita specialistica, scegliendo luogo ed orari, e, dopo aver affettato la visita o l’esame, attenderne gli esiti.
Le visite e gli esami diagnostici richiedo spesso il pagamento della quota di compartecipazione. E qui, purtroppo, non sempre le cose funzionano in maniera ottimale.
Per fare un esempio molto semplice e concreto: un cittadino della val di Cembra che voglia rinnovare la patente, cosa che, salute permettendo, capita a tutti, riesce tranquillamente da casa a prenotare la necessaria visita medica, anche presso l’ambulatorio di capoluogo di Valle, ma per pagare il relativo ticket, visto che l’ ambulatorio di piazza Marconi a Cembra non effettua servizio cassa, deve, come minimo, recarsi in un ufficio postale oppure avviarsi verso Mezzolombardo o Cavalese dove può trovare dei punti cassa dell’Apss. Bene non dover fare la coda per prenotare, ma se poi è necessario farla all’Ufficio postale, magari con gli ingressi contingentati …
Sarebbe sicuramente tutto molto più semplice ed economico, e non solo in termini di tempo, se venisse estesa ad ogni prestazione la possibilità di pagare utilizzando PagoPa.
Come evidenziato anche sul sito dell’Apss, attraverso PagoPa è possibile effettuare i pagamenti in molti modi: direttamente sul sito www.apss.tn.it => SERVIZI ON LINE PAGO PA, oppure, sempre on line, utilizzando l’home banking della propria banca. Con il bollettino è possibile pagare anche presso gli sportelli ATM (Bancomat), in quasi tutti i tabacchini e, per i nostalgici, anche alle Poste.
Per effettuare i pagamenti tramite il servizio PagoPa è necessario un avviso di pagamento che deve contenere alcuni codici, tra cui lo IUV (Identificativo Unico di Pagamento), che possono essere emessi solo dal creditore.
E’ evidente che il servizio PagoPa è molto pratico e utile, ma, come nel coso del rinnovo patente, a tutt’oggi non può essere utilizzato per pagare tutte le prestazioni offerte dall’APSS.
Pur tenendo cont0 che con il Decreto Semplificazione (DL 76/20) l’obbligo normativo che impone a tutte le pubbliche amministrazioni di consentire tutti i pagamenti via PagoPA è stato nuovamente rinviato, questa volta causa Covid, al 28 febbraio 2021
interrogo il Presidente della Provincia e l’Assessora competente
per sapere:
per quali prestazione offerte dall’APSS è possibile affettare il pagamento utilizzando il servizio PagoPa e per quali prestazioni invece non è ancora possibile;
a cosa sono dovuti i ritardi e le esclusioni nella possibilità di utilizzare tale servizio e entro quando saranno consentiti tutti i pagamenti via PagoPA.

 

*
cons. Luca Zeni

Trento, 8 febbraio 2021