PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

"Il Trentino news" (puntata n° 9)

Intervengo nuovamente rispetto al tanto discusso emendamento da me presentato all’articolo 17 del ddl 18 di iniziativa giuntale per la semplificazione.

Nuovamente perché questa mattina, durante la conferenza stampa dell’assemblea delle minoranze, il collega Dallapiccola è tornato sul tema, citandomi e giudicando il mio operato.

Nei ben 3 minuti che l’ex Assessore ha voluto dedicarmi, spinto forse ancora da quel senso di sconfitta dell’autunno scorso, lo stesso si è lanciato in poco gentili aggettivi e considerazioni.

Asserendo, ad esempio, che il mio silenzio rispetto a questo emendamento fosse dovuto dalla non conoscenza del suo contenuto o dall’incapacità del sottoscritto di saperlo spiegare. Niente di più sbagliato, forse al Collega è sfuggita la mia nota stampa del giorno successivo, forse il collega che correttamente indica il ruolo di Consigliere Provinciale come “Istituzione” dimentica che lo stesso non è di fatto paragonabile a quello di un Assessore che può essere “interrogato” ma anzi può decidere in AUTONOMIA come e in che termini intervenire rispetto anche alle sollecitazioni dei colleghi.

Se poi, di nuovo correttamente, la figura del Consigliere è quella di essere “Istituzione”, questo vale ancora di più se si parla di quella di Assessore. Il Collega ha avuto la fortuna di ricoprire anche questo incarico, non voglio entrare nel merito dell’operato (ci saranno altri modi e altri tempi), eppure ora nel ruolo (di nuovo) di consigliere con l’esperienza di governo alle spalle si destreggia sui social offendendo e denigrando il Presidente Fugatti e la Giunta, come ad esempio con queste parole: “IMMAGINO i martedì del presidente purtroppo affollati di gente che chiede lavoro, IMMAGINO un Fugatti consegnare pacchi di curriculum ad un ligio segretario che li consegna all’agenzia del lavoro… (del resto cosa vuoi che possano fare questi due?)” Con la foto del Presidente e dell’Assessore Zanotelli (lo screenshot del post lo allego a questa nota).

Di certo non un post di levatura istituzionale; un buon tacer, dicevano i saggi, non fu mai scritto.