La sede di Liberty Gross, ha ospitato la cerimonia di consegna dei buoni spesa ai centoventi fortunate e fortunati clienti della cooperazione di consumo trentina.

L’evento è stato l’atto finale dell’iniziativa che “dal 23 novembre al 31 dicembre del 2019 – è stato ricordato – aveva dato la possibilità ai clienti della cooperazione di consumo trentina di vincere 120 buoni spesa, ognuno del valore di 1000 euro, attraverso una lotteria degli scontrini di almeno 15 euro di spesa (e multipli). Tecnicamente, lo scontrino era stato registrato e messo in gioco sul sito www.laspesainfamiglia.coop. Se lo scontrino non aveva vinto uno dei tre premi giornalieri da 1000 euro, aveva una seconda possibilità con l’estrazione finale”.

Ad aprire l’appuntamento è stato l’intervento di Roberto Simoni, presidente di Sait. “Volevamo creare, promuovere una iniziativa che coinvolgesse i clienti che quotidianamente frequentano i nostri negozi per renderli partecipi del centoventesimo di fondazione del consorzio Sait – ha osservato – L’iniziativa è stata molto apprezzata e l’obiettivo di coinvolgere tantissimi clienti è stato raggiunto. La partecipazione al concorso è stata davvero considerevole. L’evento conclusivo è stato un momento molto bello perché abbiamo chiamato a raccolta tutti i vincitori che rappresentano e vivono nel territorio dove operano Sait e la cooperazione di consumo trentina”.

L’evento non si è limitato a consegnare i 120 buoni spesa in palio ma si è trasformato in una festa grazie ai momenti allegri e divertenti proposti da Andrea Oss Papot.

Ricordiamo che la prima delle due iniziative legate al 120esimo di fondazione di Sait, era stata a “vocazione sociale” ed era stata indirizzata ad Anffas Trentino Onlus.

Aveva restituito al territorio parte dei risultati raggiunti destinando il 5% dell’incasso (pari a 150 mila euro) delle giornate del 25, 26 e 27 novembre 2019 all’acquisto di pulmini attrezzati. “Oltre a premiare i clienti – ha osservato Luciano Enderle, presidente di Anffas, intervenuto ieri pomeriggio – ha evidenziato la radice comune che lega Famiglie Cooperative ad Anffas per mantenere servizi essenziali per la comunità trentina”.

Ha aggiunto “che, Sait, ha dimostrato senso di responsabilità sociale, pensando in maniera concreta alla parte più fragile della comunità con una donazione che consente alla nostra associazione di rinnovare in parte i propri mezzi. I nuovi pullmini saranno a servizio nelle zone della Bassa Valsugana, Alto Garda, Trento città e sobborghi”.