News immediate,
non mediate!

DEGASPERI (ONDA CIVICA TRENTINO) – INTERROGAZIONE * COVID: « ESCLUSIONE DEI VACCINATI DAGLI SCREENING, LA PAT FA IL CONTRARIO DI QUANTO PRESCRIVE L’ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ? »

Scritto da
10:12 - 30/03/2021

Interrogazione- Esclusione dei vaccinati dagli screening: la Provincia autonoma di Trento fa il contrario di quanto prescrive l’Istituto Superiore di Sanità?

La circolare del dirigente generale del Dipartimeno Salute con cui si impartiscono “indicazioni per l’esecuzione di test di screening su soggetti asintomatici vaccinati contro Covid-19” dispone che “dovranno essere esentati da qualsiasi forma di test molecolare o antigenico con finalità di screening (identificazione precoce della presenza di Covid-19 in persone asintomatiche) tutti i soggetti vaccinati contro SARS-Cov2/Covid-19, a meno che gli stessi non sviluppino sintomi suggestivi di Covid-19”.

La circolare riguarda specificamente “tutta la popolazione vaccinata residente nella Provincia autonoma di Trento ivi compresa la categoria degli operatori sanitari e sociosanitari”.
Tali indicazioni appaiono in netto contrasto con le “Indicazioni sulle misure di prevenzione e controllo delle infezioni da SARS-Cov2 in tema di varianti e vaccinazione anti Covid-19” dell’ISS, come trasmesse, anche alla Provincia, dalla Direzione generale della Prevenzione sanitaria del Ministero della Salute.

All’interno del documento si specifica che “studi preliminari sulla risposta immunologica evocata dai due vaccini Pfizer e Moderna, hanno evidenziato una ridotta attività neutralizzante da parte del siero dei soggetti vaccinati nei confronti della variante sud africana e della variante brasiliana. Inoltre, secondo uno studio in preprint, l’efficacia del vaccino Astrazeneca risulterebbe bassa per prevenire forme di malattia di grado lieve o moderato nel contesto epidemico sud africano”.

Per questa ragione si prescrive che “tutti i lavoratori, inclusi gli operatori sanitari, devono … aderire a eventuali programmi di screening dell’infezione” visto che “nessun vaccino anti Covid-19 conferisce un livello di protezione del 100%” e che “seppur diminuito, non è possibile al momento escludere un rischio contagio anche tra coloro che sono stati vaccinati”. Infatti la WHO, sottolinea l’importanza per chiunque, compresi i vaccinati, di aderire rigorosamente alle misure di prevenzione e controllo sanitarie, ribadendo che “ogni operatore sanitario dovrà comunque … continuare ad aderire a eventuali programmi di screening dell’infezione”.

A pagina 10 del report infine si evidenzia che “alla luce delle conoscenze acquisite, non si ritiene al momento, di dovere modificare i programmi di screening dell’infezione per gli operatori sanitari mantenendo inalterata la frequenza dei test”.

 

Tutto ciò premesso si interroga il Presidente della Provincia per conoscere

1) se la Provincia sia a conoscenza del report richiamato in premessa e se non ritenga necessario adeguare le proprie disposizioni alle prescrizioni ivi contenute oppure
2) le ragioni per le quali si ritiene coerente rispetto alle indicazioni dell’ISS prevedere l’esclusione dei vaccinati (operatori sanitari e sociosanitari inclusi) dalle attività di screening.

A norma di regolamento si richiede risposta scritta.

 

*

Cons. prov. Filippo Degasperi

Categorie Articolo:
LANCIO D'AGENZIA

I commenti sono chiusi.