VIDEONEWS & sponsored

(in )

COPPOLA (FUTURA) – MOZIONE * COVID: « MASCHERINE TRASPARENTI PER AIUTARE GLI STUDENTI NON UDENTI »

A seguito dell’adozione delle norme di prevenzione del contagio da Covid-19 che impongono l’utilizzo della mascherina in determinati casi all’interno dei plessi scolastici, gli studenti con disabilità uditiva si trovano ad affrontare delle difficoltà circa la comprensione di quanto spiegato dai docenti, nonché sul fronte della relazione con i propri compagni di classe.

Gli studenti con disabilità uditiva che indossano ausili quali protesi acustiche o impianti cocleari, per aiutarsi nella comprensione del messaggio vocale, ricorrono anche all’utilizzo della lettura labiale, integrando in questo modo ciò che viene percepito per mezzo degli ausili.

Le prescrizioni prevedono che gli studenti usino la mascherina nei transiti all’interno dell’aula e della scuola in generale, nei momenti collettivi di classe, come la ricreazione, nonché sono obbligatorie anche al banco qualora dovesse riscontrarsi un caso di positività al Covid all’interno del plesso scolastico.

Qualora l’insegnante si trovi a indossare la mascherina, così come i compagni di classe, agli studenti con disabilità uditiva viene preclusa la possibilità di avvalersi della lettura del labiale per comprendere i messaggi di docenti e alunni.

Ai docenti attualmente non è consentito l’utilizzo della sola visiera in sostituzione della mascherina ed i dispositivi di protezione individuali trasparenti (sulla parte della bocca) non hanno ancora ottenuto l’omologazione.

Ciò premesso il Consiglio della Provincia autonoma di Trento impegna la Giunta provinciale:

a valutare l’opportunità di dotare gli istituti scolastici frequentati da studenti con disabilità uditiva e quindi i docenti e gli alunni presenti in classe, di mascherine o dispositivi di protezione individuale idonei a facilitare la comprensione del messaggio vocale, attraverso la lettura labiale allo studente con deficit uditivo, integrando in questo modo ciò che viene percepito per mezzo degli ausili;

a promuovere la ricerca e la realizzazione di dispositivi di protezione individuale certificate che contemplino anche il supporto alle disabilità uditive.

 

*

Cons. Lucia Coppola