VIDEONEWS & sponsored

(in )

CONSIGLIO PROVINCIALE TRENTO * RICERCA: « ANCORA IN CORSO LA DISCUSSIONE GENERALE DELLA PROPOSTA DI LEGGE DELLA GIUNTA, PESANO 147 ODG OSTRUZIONISTICI E 197 EMENDAMENTI »

Ricerca, ancora in corso la discussione generale con tempi non contingentati della proposta di legge della Giunta, sulla quale pesano 147 ordini del giorno ostruzionistici e 197 emendamenti. Alle 17.15 l’assessora all’agricoltura ha chiesto una sospensione di mezzora per interloquire con le Minoranze.

Dopo due brevi interventi sull’ordine dei lavori in apertura di seduta, sull’assenza della diretta consiliare, che traduce puntualmente le disposizioni indicate dal Corecom e sulla richiesta alla Giunta di riferire all’aula sulle dimissioni del manager Roberto Soi da Trentino Digitale, il Consiglio provinciale ha proseguito la discussione generale al disegno di legge 51, che con 14 articoli modifica legge sulla ricerca del 2005.

Una consigliera della minoranza ha evidenziato il ruolo significativo di “forza trainante ed educante in campo produttivo, alimentare e sanitario” della Fondazione Mach entrata come tema in questo disegno di legge solo secondariamente, attraverso un emendamento che ne ridimensiona il cda. Una esponente di opposizione ha esordito dicendo di aver apprezzato l’aver unito le responsabilità in tema di ricerca e imprese in un unico assessorato. Tuttavia, quello che oggi appare sovradimensionato è dire che con questo disegno di legge oggi si inauguri una nuova stagione di rilancio, mentre vengono in realtà confermate le funzioni e gli obiettivi di Hit con le strategie utilizzate fino ad oggi, e per un’ansia da controllo politico, evitando il confronto, si stravolge il metodo e si rischia di irrigidire il sistema, compiendo un errore strategico.

Per la maggioranza è intervenuto un consigliere a sostenere la riforma in discussione che si pone a suo parere in un’ottica di efficientamento, semplificazione e sostenibilità. Nessun impatto traumatico dal punto di vista amministrativo, nessun colpo di mano, anzi: la partecipazione della Pat dimostra interesse e fiducia nei confronti dei centri di ricerca. La replica di un consigliere della minoranza ha definito “curioso” l’intervento del collega: se questa è una riforma, ha detto, vorrà dire che questa sarà una legislatura di manutenzione straordinaria. Il tempo della ricognizione è finito, ha aggiunto e sarebbe giunto il momento di tracciare un itinerario di sviluppo, mentre con questa “riformina” non si fa altro che mettere un po’ di controllo pubblico su Hit. Gli ha fatto eco un altro collega di minoranza che ha definito questo un disegno di legge di razionalizzazione, che non ha le ambizioni di rivedere il settore della ricerca in Trentino, ma solo quello di rendere più breve la catena di comando dei rapporti tra Giunta e Fondazione Hit.

A questo si è aggiunto un emendamento che mira a snellire la governance della Fondazione Mach che di Hit diventerebbe una “sorella” nella ridefinizione di Hit come ente strumentale della Provincia: di qui la presentazione da parte del suo gruppo di 147 ordini del giorno, accanto ad un pacchetto di emendamenti non ostruzionistici e mirati, rispetto ai quali, ha detto, non abbiamo intravisto, ma auspichiamo, spiragli di dialogo. E’ seguito l’intervento di un consigliere di maggioranza che ha chiesto chiarezza sull’ordine dei lavori, dal momento che i tempi non sono contingentati e siamo ancora alla discussione generale: le minoranze hanno cioè intenzione di ostacolare l’approvazione della legge?
L’assessora all’agricoltura ha chiesto a questo punto la sospensione dei lavori per 30 minuti, per interloquire con le minoranze. Si riprende alle 17.40.

Il comunicato è stato redatto in modo conforme alla normativa sulla comunicazione istituzionale in periodo prelelettorale, vigente a partire dal 18 luglio.