VIDEONEWS & sponsored

(in )

COMUNE RIVA DEL GARDA (TN) * VIABILITÀ: « CONCLUSI I LAVORI TRA VIA SEGANTINI ED IL PONTE CANALE DEL TORRENTE VARONE, RIAPERTO VIALE TRENTO »

Conclusi i lavori di realizzazione del tratto di ciclopedonale tra via Segantini e il ponte canale del torrente Varone, nella mattina di venerdì 7 maggio è stato riaperto viale Trento. L’intervento, che ha completato il collegamento ciclopedonale tra Arco e Riva del Garda, comprende anche l’allargamento del marciapiede sul lato sud di via Maria Teresa d’Austria, dove pure è stato ricavato un nuovo tratto ciclopedonale. Il tutto si è concluso con la riasfaltatura della strada.

Nell’ambito di questo intervento è stata riorganizzata la viabilità della zona, in particolare con un nuoco impianto semaforico all’incrocio con via Trieste e via Maria Teresa d’Austria (sincronizzato con quello già esistente poco più a sud, all’incrocio con via Martini), necessario per mettere in sicurezza la nuova via ciclopedonale, che si va a intersecare in più punti con la viabilità veicolare.

Ai due attraversamenti pedonali esistenti in precedenza, ne sono stati aggiunti due di nuovi: uno (con semaforo a chiamata) all’altezza di Delta Cucine (che, con l’eliminazione della pensilina dell’autobus sul lato opposto, consente il collegamento diretto alle attività commerciali sul lato est di viale Trento: bar, tabacchi, farmacia, merceria, macelleria); l’altro in corrispondenza di via Virgilio. Quello già esistente nel tratto tra via Virgilio e via Trieste è stato leggermente spostato.

La fermata dell’autobus è stata spostata verso nord, in prossimità della sede della ditta Edilbenini, e dotata di un’ampia piattaforma di attesa; dove si trovava la precedente è stata mantenuta l’aiuola alberata (sul lato est della strada).

Da segnalare che la regolamentazione dell’impianto semaforico sarà oggetto nei prossimi giorni di un attento monitoraggio, per verificare se i tempi di attesa siano adeguati o vadano tarati diversamente.

Inoltre va sottolineato come l’intervento faccia parte di un progetto più ampio di spostamento del traffico di passaggio verso la nuova circonvallazione, che si raccomanda di utilizzare, assieme alla provinciale 118, qualora non si sia diretti al rione Degasperi o negli immediati paraggi.

Infine, nel tratto interessato dai lavori è stato istituito il limite di velocità di 30 km/h, che sarà in vigore appena installata la relativa segnaletica.