Vicini alle famiglie: l’impegno e le nuove iniziative dei servizi sociali sul territorio. L’emergenza sanitaria non ferma l’impegno dei servizi sociali del Comune, che continuano ad essere raggiungibili ai consueti numeri di telefono, come tutti gli altri servizi comunali, continuamente presidiati e operativi grazie al lavoro agile dei dipendenti.

Una delle principali preoccupazioni è rappresentata dalle famiglie. Su questo fronte si sta lavorando in maniera integrata tra assistenti sociali, funzionari ed educatori professionali, con la consapevolezza della responsabilità non solo nella gestione dell’oggi, ma anche in prospettiva di contenere, per quanto possibile, le conseguenze di questa emergenza sul dopo. Il rischio non è solo che esplodano malesseri e conflittualità, ma che si apra la forbice della diseguaglianza.

Per quanto riguarda le famiglie più vulnerabili, già in carico al servizio sociale, gli assistenti sociali hanno intensificato i contatti per continuare il cammino già iniziato e supportare ulteriormente bambini, ragazzi e genitori in questo particolare momento. Seppur “a distanza” l’obiettivo è continuare ad incontrare le persone e mantenere un contatto attivo e attento, che si conferma necessario, voluto, richiesto, apprezzato.

Nella stessa direzione va il prezioso lavoro che stanno facendo numerose cooperative e associazioni del privato sociale che gestiscono, in collaborazione con l’Amministrazione comunale, centri socio educativi territoriali, di aggregazione giovanile, di supporto ai compiti. Fin da subito si sono attivati nel cercare soluzioni alternative per continuare ad offrire sostegno alle famiglie dei bambini e dei ragazzi nella loro quotidianità, attraverso attività individuali e di gruppo di aiuto ai compiti, laboratori ludico-creativi, animativi, luoghi di incontro con adulti e tra pari, attraverso piattaforme online e canali informatici.

A questo si aggiunge il lavoro di altre realtà presenti sul territorio che offrono consulenza sociale e psicologica, mediazione familiare, sostegno alle coppie, garantendo risposta al bisogno di ascolto e orientamento.

Tutte queste iniziative sono state raccolte sul sito del Comune di Trento, per permettere alle famiglie di trovare più semplicemente una risposta alle loro domande.

Uno spazio che rimane aperto per raccogliere nuove e altre proposte, che è possibile segnalare a elsa.ianes@comune.trento.it