VIDEONEWS & sponsored

(in )

CNA TRENTINO-AA * CONTRATTO AREA COMUNICAZIONE: AUMENTI TRA 48 E 58 EURO PER I LAVORATORI

Cna Comunicazione e Terziario Avanzato: aumenti tra 48 e 58 euro per i lavoratori. Cna Comunicazione e Terziario Avanzato, assieme alle altre organizzazioni datoriali ed a Slc/Cgil, Fistel/Cisl e Uilcom/Uil ha sottoscritto l’accordo di rinnovo del Ccnl Area Comunicazione. L’accordo, valido per il triennio 2015-2018, si applica a circa 50.000 imprese e a 80.000 lavoratori.

Numerose le novità contenute nel nuovo contratto. Sono stati aumentati i limiti quantitativi del contratto a tempo determinato ed è stata inserita la previsione di un periodo “cuscinetto” (da 3 a 9 mesi a seconda del livello) prima dell’attribuzione alle mansioni superiori in cui l’Impresa può valutare le effettive capacità del lavoratore.

L’accordo prevede inoltre, la possibilità di stipulare, con soggetti che hanno più di 29 anni di età o svantaggiati, una ulteriore tipologia di contratti a tempo determinato della durata di 24 mesi con retribuzioni che consentono alle imprese di mantenere flessibilità e di contenere il costo del lavoro: “Esprimiamo una certa soddisfazione – commenta Cna Comunicazione e Terziario Avanzato del Trentino Alto Adige – per la positiva conclusione di un negoziato complesso avviato a giugno 2015 e che rinnova profondamente le relazioni sindacali nel nostro settore”.

Gli aumenti economici concordati sono pari a:
€ 48.00 per le imprese artigiane al 4°livello cosi attribuite: €20.00 con la retribuzione del mese di marzo 2018, €15.00 con la retribuzione del mese di luglio 2018 e € 13.00 con la retribuzione del mese di dicembre 2018.

€ 58.00 per le Pmi al 4°livello cosi attribuite: € 20.00 con la retribuzione del mese di marzo 2018, €20.00 con la retribuzione del mese di luglio 2018 e € 18.00 con la retribuzione del mese di dicembre 2018.

Ad integrale copertura del periodo di carenza contrattuale (gennaio 2016- febbraio 2018) è stato definito un importo “Una Tantum” di € 150.00 che verrà erogato in due soluzioni di pari importo: la prima con la retribuzione del mese di aprile 2018, la seconda con la retribuzione del mese novembre 2018.