PROVINCIA AUTONOMA TRENTO

Covid-Free (ottava puntata format Tv)

***

ELEZIONI COMUNALI TRENTINO 2020

Intervista a Simone Marchiori, Segretario Politico Patt

Sull’intervento, in occasione dell’illustrazione della manovra economica finanziaria 2020-2022, del Presidente Fugatti, a pag.17 e 18 della sua relazione,
Cisl medici del Trentino segnala che, in riferimento alla continuità stagionale turistica dell’assistenza medica sull’Altopiano della Paganella, non si fa riferimento al contratto della medicina generale che norma tale attività.

Quindi sono medici che non accedono ai fondi della medicina generale, neppure dalle 20 alle 8 del mattino; non hanno diritto alla sede di guardia medica normata dal nostro accordo e ci dovrebbe dire, il Presidente Fugatti, a che risorse attingono per essere retribuiti. Ricordiamo che la medicina turistica è contrattualizzata nella medicina generale.

Come ci devono spiegare a che Fondi attinge la Provincia per le pseudo sedi di guardia medica di Pieve Tesino e di Ledro, dal momento che non sono normate da contratto nazionale di categoria, essendo aperte solo i fine settimana senza la copertura riferita ai livelli essenziali di assistenza definiti dal Governo italiano per tutti, compresi i nostri trentini, tutti i giorni dell’anno, feriali compresi.

Infine ricordiamo che i sindacati della medicina generale non sono stati mai convocati in Comitato provinciale, istituzionalmente preposto, per essere edotti della riorganizzazione della guardia medica nelle zone periferiche, e comunque che la disciplina del rapporto delle guardie mediche e delle loro modalità di lavoro è riservata alla contrattazione nazionale dei sindacati di categoria.

Nella bozza dell’Accordo nazionale, attualmente in fase di definizione, non è più prevista la guardia medica ma il ruolo unico del medico di medicina generale, e le sedi di guardia attuali risulteranno obsolete.

 

*
Dott. Nicola Paoli
Segretario generale Cisl medici del Trentino