INTERVISTA A VANESSA MASÈ (La Civica)

Il bilancio della prima legislatura in Consiglio provinciale Trento

***

INTERVISTA A SENATORE ANDREA DE BERTOLDI - AMMINISTRATIVE TRENTO 2020

Perché all'interno di Fratelli d'Italia in Trentino non vi è condivisione attorno al nome di Baracetti?

Agricoltura. Assurdo pagare le imprese per assumere i giovani e disoccupati. Cgil Cisl Uil: stupisce l’accondiscendenza dell’assessora Zanotelli. È l’ennesimo regalo alle imprese? Come stabilisce un’intesa tra agricoltori, sindacati e Provincia alla formazione pensa già Agenzia del Lavoro.

Ad una settimana dalla firma del protocollo con Agenzia del Lavoro per facilitare il reperimento di manodopera in agricoltura le associazioni datoriali del comparto alzano il tiro e chiedono alla Provincia di finanziare, con risorse pubbliche, l’assunzione studenti e disoccupati che si dedicheranno al lavoro nei campi. “Una richiesta assurda e ingiustificata – mettono in chiaro subito i segretari di Cgil Cisl Uil che hanno sottoscritto il documento insieme alle categorie del settore -.

Non è una novità che i lavoratori e le lavoratrici che sperimentano una nuova occupazione debbano essere formati. E’ già nelle cose che sarà Agenzia del Lavoro a farsi carico della formazione di queste persone, così come si occuperà di selezionarle. E ricordiamo che Agenzia è un ente pubblico, che opera con risorse della collettività. Qui si pretende di pagare due volte le imprese agricole”.

A stupire i sindacati è soprattutto l’accondiscendenza dell’assessora Zanotelli. “O l’assessora non ha chiaro il funzionamento di Agenzia e non conosce il protocollo, oppure ancora una volta preferisce compiacere le imprese agricole, facendo arrivare alle loro tasche nuove risorse del bilancio pubblico. Ci auguriamo che riveda la disponibilità accordata alle associazioni datoriali – incalzano i tre segretari -. In questo momento di difficoltà, in cui ci sono molte persone disoccupate e in cassa integrazione la priorità deve essere semmai incentivare questi lavoratori a rendersi disponibile per il lavoro nei campi, adattando lo strumento del Reddito di attivazione già previsto nel Piano di interventi di politiche del lavoro”.

Infine Cgil Cisl Uil Cgil Cisl Uil ricordano che esigenze particolari sul fronte della formazione possono essere soddisfatte attraverso l’intervento dell’ente bilaterale dell’agricoltura che può finanziare la formazione organizzata da Agenzia del Lavoro, come succede già con gli enti bilaterali del turismo, del commercio e dell’artigianato.