VIDEONEWS & sponsored

(in )

APSS TRENTINO * SALUTE: « SCREENING ONCOLOGICI, ENTRO GIUGNO VERRANNO RECUPERATI TUTTI GLI INVITI »

Recuperati i ritardi accumulati durante la pandemia sul fronte degli screening oncologici (colon retto, utero e mammella). I dati dell’Osservatorio nazionale screening per il 2020 e i primi mesi del 2021 evidenziano chiaramente come l’intensificarsi da parte dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari dell’attività di screening a partire dall’autunno del 2020 ha permesso di recuperare gli inviti sospesi l’anno passato a causa dell’emergenza Covid. I dati complessivi del report parlano di un pieno recupero degli inviti per lo screening del tumore del collo dell’utero a gennaio 2021 e del tumore del colon-retto a febbraio 2021. Entro giugno saranno recuperati anche tutti gli inviti per lo screening del tumore alla mammella.

Gli inviti agli screening sono stati sospesi – per tutti e tre i programmi – i 12 marzo 2020. Durante il periodo di sospensione delle sole attività di primo livello (invito delle persone senza sintomi), sono state comunque garantite tutte le attività di secondo e terzo livello (esami di approfondimento e di follow up ed eventuale trattamento). I programmi di screening sono stati riattivati dall’11 maggio 2020 nel pieno rispetto delle misure anticontagio. Nel dettaglio:

• screening per il tumore del colon-retto: l’invito della popolazione (donne e uomini di 50-69 anni) è ripartito con i volumi di programmazione pre Covid a metà maggio 2020. Testato il sistema durante l’estate, a partire da settembre gli inviti sono stati «accelerati» per consentire di recuperare il ritardo. Nel 2020, a fronte di 66692 uomini e donne da coinvolgere, sono state invitate 58104 persone (87%). Nel primi quattro mesi del 2021 sono state invitate 26111 persone. Gli inviti del 2020 sono stati pienamente recuperati nel mese di febbraio 2021. L’adesione stimabile nel primo quadrimestre 2021 è del 54% (in linea con il periodo pre Covid).

• screening per il tumore della cervice uterina: l’invito al primo livello delle donne tra i 25 e i 64 anni è ripartito a maggio 2020. Va segnalato che nel 2019 si è conclusa la transizione dal precedente modello organizzativo al nuovo, con il passaggio dal Pap-test ogni tre anni all’HPV-test ogni cinque anni. Nel 2020, a fronte di 27788 donne da coinvolgere, sono state invitate 27199 donne (98%). Da gennaio a maggio 2021 sono già state invitate 14965 donne. Il pieno recupero degli inviti del 2020 è avvenuto nel mese di gennaio 2021. L’adesione non ha subito variazioni rispetto al periodo pre Covid.

• screening per il tumore della mammella: il programma è ripreso a metà giugno 2020. Tutte le altre attività complementari allo screening non si sono mai interrotte nel periodo di lockdown (percorsi per pazienti sintomatiche, pazienti in follow-up, pazienti in trattamento chemioterapico, gestione delle pazienti da inviare a chirurgia, approfondimenti di II livello generati prima della sospensione del programma). Nel 2020, a fronte di 36300 donne da coinvolgere tra i 50 e i 69 anni, ne sono state invitate 14433 (40%). Nel 2021, recuperati spazi per l’accettazione e per l’attesa nell’Auditorium del Centro servizi sanitari di Trento, è stato possibile accelerare l’invito allo screening. Da aprile, inoltre, le mammografie vengono eseguite anche il sabato mattina. Da gennaio a maggio 2021 sono state invitate 21857 donne. Gli inviti del 2020 saranno recuperati pienamente nel mese di giugno 2021.