PROVINCIA AUTONOMA TRENTO

Covid-Free (ottava puntata format Tv)

Consegnata oggi all’Unità operativa di ostetrica e ginecologia dell’ospedale Santa Maria del Carmine una nuova strumentazione per il controllo dei parametri vitali donata dagli otto Club Rotary del Trentino e dal Distretto Rotary 2060 onlus. Il nuovo  compatto permetterà il monitoraggio nelle situazioni critiche delle madri e dei neonati attraverso specifici settaggi.

«A nome del Consiglio di direzione e mio – ha sottolineato il direttore generale dell’Apss Paolo Bordon – ringrazio i Club Rotary per la donazione di questa apparecchiatura che va a potenziare la strumentazione del punto nascita di Rovereto. Anche in questo caso, come altre volte è successo, l’appoggio del volontariato ha dato un importante sostegno al miglioramento dei servizi forniti ai cittadini e all’umanizzazione delle cure».

Al ringraziamento si è unito il direttore medico dell’ospedale, Giovanni M. Guarrera, che ha affermato «quello con i Rotary Club è stato uno dei tanti esempi di collaborazione con il terzo settore, che a Rovereto è stato particolarmente intenso soprattutto in questo ultimo periodo, ma che tornerà a vantaggio di tutta l’attività futura dell’ospedale». Per parte sua il direttore dell’Unità operativa di ostetricia e ginecologia Fabrizio Taddei si è detto lieto della donazione «che completa la dotazione strumentale del punto nascite ottimizzando le condizioni di sicurezza durante le emergenze ostetriche e completando lo sforzo fatto da Apss sul nuovo blocco parto dei Rovereto».