patt – Sezione Rovereto * sviluppo Vallagarina: « Speriamo che la Giunta provinciale pat dopo un avvio incerto possa pensare di più ai trentini ed ai territori »

Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

Con il presente comunicato stampa la Sezione Patt “Remo Markt” di Rovereto per mezzo del suo segretario Davide Gamberoni si dimostra preoccupata per le scelte che la Giunta provinciale sta operando in merito alle prospettive di sviluppo della Vallagarina e in modo particolare della città di Rovereto.

 

Prima fra tutte la ventilata ipotesi di un’uscita della Valdastico a Rovereto Sud sembra che ogni giorno stia acquistando concretezza. La possibile compromissione di una sorgente come quella di Spino e la deturpazione del paesaggio tramite un’opera che, lo dicono gli studi, più che al Trentino gioverebbe al Veneto, preoccupa notevolmente per il futuro del territorio roveretano.

Di qualche giorno fa la notizia del taglio al finanziamento di oltre 20 milioni per la realizzazione del plesso scolastico di IttMarconi e Cis e Fp Veronesi presso il Polo della meccatronica. Sono ormai due consiliature che la Giunta comunale e quella provinciale lavorano per creare le condizioni viabilistiche più consone alla realizzazione di questo progetto, investendo anche i soldi dei roveretani. Si ricordi, per esempio, il sottopasso ciclopedonale che da Piazzale Orsi consentirà di arrivare con il primo stralcio alla stazione dei treni e con il secondo in via Zeni, a servizio del Polo e dell’Istituto di istruzione superiore don Milani.

Il Polo negli anni ha subito uno sviluppo virtuoso, con nuove aziende che, partendo magari da un piccolo centro di ricerca sono arrivate a sforare gli 80 dipendenti e hanno prospettive di ulteriori ampliamenti, prima fra tutte la Bonfiglioli Bmr che all’interno del polo sta realizzando il nuovo stabilimento produttivo di 5000 metri quadrati.

La collaborazione scuola-azienda in questi anni è stata fondamentale per l’inserimento lavorativo dei ragazzi e per avvicinare sempre più la formazione al modello tedesco, dove c’è una compenetrazione positiva fra le due realtà con il duales Berufsausbildungssystem (sistema duale di preparazione al mondo del lavoro).

Speriamo vivamente che la Giunta provinciale, tramite il suo presidente Fugatti e l’assessore Spinelli, dopo questo avvio un po’ incerto, possa pensare di più ai trentini ed ai territori, con competenza e con visione per quanto riguarda il futuro. Speriamo vivamente che le rassicurazioni avute dall’assessore sulla “temporaneità” del provvedimento di sospensione al finanziamento possano avere seguito, vigileremo pertanto sul suo operato e su quello della Giunta.

Se sono necessarie risorse per far fronte al problema del maltempo, occorso purtroppo qualche mese addietro, allora quantomeno non si tocchino la scuola e le realtà che instaurano percorsi virtuosi con la compagine produttiva del territorio.

 

*
Il Direttivo della Sezione Patt di Rovereto

Il segretario della Sezione Patt di Rovereto
Dott. Davide Gamberoni