pat * Veicoli Euro 6: ” decisa dalla giunta provinciale la riduzione a partire dal 2019 della tassa automobilistica al 24% “

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato stampa:

Veicoli Euro 6, la riduzione della tassa automobilistica passa al 24 per cento. La decisione è della giunta provinciale su proposta del presidente Maurizio Fugatti.

Al fine di incentivare l’uso di automobili sempre meno inquinanti e considerato i recenti standard delle nuove autovetture, la giunta provinciale ha deciso di ridurre ulteriormente la tassa automobilistica al 24% per le auto della classe Euro 6 a partire dal 2019. Resta invece invariata, la riduzione al 20 per cento per le auto Euro 5, introdotto nel 2012.

Dal 2015 tutte le nuove automobile immesse sul mercato europeo ed italiano appartengono alla classe di inquinamento Euro 6. Sulla base di questa motivazione, la giunta provinciale – su proposta del presidente Maurizio Fugatti – ha deciso di incentivare l’adozione di automezzi sempre meno inquinanti, innalzando la riduzione dal 20 per cento al 24 per cento.

La precedente incentivazione risale al 2012, quando l’allora giunta provinciale decise di sostenere l’acquisto di automobili a ridotto impatto ambientale, con la riduzione del 20 cento della tariffe sulla tassa automobilistica per gli autoveicoli appartenenti alla classe di inquinamento euro 5 o superiori a partire dal 2013.

A distanza di sei anni da tale intervento, al fine di incentivare in modo più efficace la diffusione di autoveicoli sempre meno inquinanti, la giunta ha approvato oggi la delibera che incrementa la riduzione tariffaria per gli autoveicoli appartenenti alla classe di inquinamento euro 6 e superiore, che rappresenta la classe dei veicoli di più recente immatricolazione.

A tale proposito si propone, a decorrere dai versamenti dovuti a partire dal 1° gennaio 2019, di ridurre di un ulteriore 5 per cento le tariffe della tassa automobilistica per gli autoveicoli appartenenti alla classe di inquinamento euro 6 e superiore, applicando in tal modo una riduzione complessiva del 24 per cento, e di tenere ferma la riduzione del 20 per cento per i veicoli della classe di inquinamento euro 5.