CARABINIERI TRENTO * ‘ OPERAZIONE VECCHIA FATTORIA ‘: SMANTELLATA ASSOCIAZIONE CRIMINALE DEDITA AI FURTI, 23 GLI ARRESTI

Nucleo investigativo: Maxi-operazione “Vecchia Fattoria” con 23 arresti smantellata una associazione criminale dedita ai furti. La fratellanza sopra tutto.

L’operazione Vecchia Fattoria ha evidenziato -come chiaramente emerge nell’ordinanza di custodia cautelare emessa dal dott. Laganga- che non soltanto si trattasse di un sodalizio criminale ben rodato, ma per meglio definirlo, si trattasse di un sodalizio fraterno tra i consociati.

In molte intercettazioni, infatti, i militari del Nucleo Investigativo dei Carabinieri di Trento hanno constatato venisse proclamato tra tutti gli “adepti” un fortissimo patto di fratellanza, rispondente ad un più alto senso di appartenenza ad un nucleo quasi famigliare, pur se il vincolo di parentela vi fosse, invero, solo tra pochi sodali.

Il lavorare per il bene comune veniva di fatto dimostrato nella professionalità (illecita) nel commettere furti e razzie, tanto che chi contravveniva a tale modus vivendi rischiava di essere denunciato ai carabinieri per volere di Paun Meclaut, indiscusso capo banda.

Le intercettazioni hanno svelato la capacità degli associati di rivolgersi in maniera criptica tra loro nel disquisire dei colpi e delle richieste “preordinate” che giungevano dai ricettatori (veri indirizzatori dei colpi), solo raramente registrando qualche incauta conversazione circa l’attuazione delle razzie e l’allontanamento organizzato dai luoghi del reato.

Questo quadro ha fatto ritenere l’Autorità Giudiziaria in primis, che gli indagati vivessero in uno stato di tranquillità e di presunta impunità, tanto da tornare serenamente in diverse occasioni sui luoghi di reati già commessi per replicare l’attività illecita (non solo sui bilici di camion in sosta in Lombardia, ma pure alla Zanetti stessa nell’aprile 2018 e in alcune ditte di bevande di Cremona).