RODOLFO BORGA * ELEZIONI 2018: ” TRA VALORI IDEOLOGIE E REALTÀ, quanto affermato a più riprese da Fugatti non può che essere da noi condiviso “

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato stampa:

In occasione della presentazione della lista di Civica Trentina ho affermato che la sola promessa che si sentiamo di fare agli elettori (e che certamente saremo in grado di mantenere) è quella per cui, qualora fossimo chiamati a governare il Trentino, il centro della nostra azione sarebbero stati gli interessi ed i bisogni concreti e reali dei Trentini. Provo di seguito a spiegare il senso di questo nostro impegno.

Come sovente accade, il momento della campagna elettorale va distinto da quello della concreta azione amministrativa, nell’esercizio della quale sei costretto a fare i conti con la realtà delle cose. Realtà dalla quale un buon amministratore, come tanti ci sono in Trentino, non può prescindere.

Certamente siamo consapevoli che le elezioni ormai imminenti abbiano anche contenuti prettamente politici, non essendo in gioco il governo di un paesino, ma della nostra Provincia Autonoma, e cioè di un ente che ha chiaramente un contenuto politico di non poco rilievo. Detto questo, noi siamo convinti che, considerate le ampie competenze di cui gode la Provincia Autonoma di Trento, l’aspetto prettamente amministrativo giochi un ruolo fondamentale.

In altre parole siamo convinti che, ferma restando la tutela dei nostri valori di riferimento, prima delle ideologie debbano venire i concreti interessi e bisogni dei Trentini. Di tutti i Trentini, anche di quelli che non ci voteranno, ma sapranno comunque di certo apprezzare un’azione di governo improntata su pragmatismo e concretezza.

Cosa questo significhi è molto semplice. Tener conto di quelle che sono le nostre competenze, disegnate dalla normativa vigente (Statuto e norme d’attuazione) e dalla giurisprudenza costituzionale, che per quanto estese, non comprendono alcune questioni, anche particolarmente “calde”. Valutare attentamente ciò che troveremo, consapevoli del fatto per cui chi ha governato il Trentino prima d’ora, ha operato anche scelte opportune, cosicché va evitata qualsivoglia “furia iconoclasta”. Essere consapevoli dell’importanza che esperienza e competenza di molti dipendenti pubblici, hanno nel governo della nostra Comunità, così da evitare sterili contrapposizioni tra politica e burocrazia.

Ove possibile, in non pochi casi sono le norme da cambiare, così da dare certezza a chi poi, ad ogni livello, le deve concretamente applicare. Governare dando ascolto a categorie economiche e parti sociali, che sono parte importante della nostra Comunità. In estrema sintesi, non piegare la realtà alle ideologie.

Perché autonomia è prima di tutto responsabilità. Il che vale per ogni Trentino, ma prima di tutto per chi ha responsabilità di governo.

Concludo rilevando, pertanto, che quanto affermato a più riprese dall’On. Fugatti non può che essere da noi condiviso.

 

*

Rodolfo Borga

Presidente e capolista di Civica Trentina