pat* A Trento si parte per l’Europa: due giorni di incontri, approfondimenti e punti informativi

Due giorni di incontri, approfondimenti e punti informativi sulle nuove opportunità per fare esperienze di tirocinio, volontariato o lavoro e studio, in altri paesi europei, ma anche per conoscere ed essere consapevoli dei nostri diritti in quanto cittadini europei. Sono questi i contenuti dell’8^ edizione de “In partenza per l’Europa”, che il Servizio Europa della Provincia autonoma di Trento organizza grazie ai suoi centri Europe Direct Trentino e Centro di Documentazione Europea (Cde). Si inizia nel pomeriggio di mercoledì 15 novembre per continuare durante tutta la giornata di giovedì 16 novembre nel Palazzo della Provincia, in piazza Dante a Trento.

E ancora i viaggi premio in Germania per studenti di età compresa fra 15 e 17 anni, le diverse iniziative della Provincia autonoma di Trento nell’ambito del Piano Trentino Trilingue, la mobilità per insegnanti, studenti e personale non docente delle scuole previste da “Erasmus+”, i gemellaggi elettronici per scuole “eTwinning”, i corsi di perfezionamento per insegnanti di lingue straniere e gli scambi di docenti fra Trentino e Tirolo e ile opportunità offerte dal programma Erasmus Per Giovani Imprenditori.

Ma non è finita, perché saranno fornite informazioni sulle opportunità offerte dall’Euregio, sul servizio civile in Italia e all’estero, oltre naturalmente alla disponibilità di documentazione su politiche, istituzioni e tematiche legate all’Unione europea.
Ricca è la parte degli approfondimenti, con una serie di incontri.

La mattina di giovedì 16 novembre è dedicata a un’altra tavola rotonda, incentrata sull’importanza della consapevolezza della cittadinanza a partire dall’introduzione del concetto nel Trattato di Maastricht, e di come la mobilità, una delle 4 libertà fondamentali, assuma un ruolo strategico tra gli strumenti e i percorsi che contribuiscono a farci sentire sempre di più cittadini europei, attraverso il confronto tra diversi progetti europei. Saranno presentati, sotto questa lente,

 

 

*

• la ricerca sulla cittadinanza e i sui diritti di una giovane ricercatrice dell’Università Trento

• il progetto Protocollo intercultura sull’internazionalizzazione della scuola la formazione degli insegnanti e la mobilità studentesca con un video di Mattia Baiutti – Università Udine

• ll caso Sword, “School and WOrk-Related Dual learning” transizione tra scuola e mondo del lavoro attraverso l’approccio duale per la mobilità dei docenti e degli studenti, li della Provincia autonoma di Trento con la testimonianza di un docente dell’Istituto Pavoniano Artigianelli

• il progetto MobiliseSME, programma pilota di mobilità per scambi transfrontalieri di personale,
presentato dalla Confederazione italiana della piccola e media industria privata (Confapi)

• il progetto CE-OCSE HEInnovate: un quadro per migliorare l’orientamento all’innovazione e all’imprenditorialità delle Istituzioni di Educazione Superiore a livello locale in Europa,

Rush finale nel pomeriggio con “Buono a sapersi” quattro interventi che forniscono alcuni esempi pratici che derivano dal diritto di cittadinanza europea, utili informazioni per chi si appresta o si potrebbe apprestare ad andare all’estero per vari motivi: due referenti di EURES Svezia presenteranno le opportunità professionali maggiormente richieste nel paese degli Abba e di Björn Rune Borg; l’Ufficio UE di selezione del personale, illustrerà le possibilità di lavoro offerte dalle istituzioni dell’Unione europea attraverso la simulazione di un test di ammissione ai concorsi.