Professione infermieristica: nessun blocco delle assunzioni e ripresa della trattativa sul contratto. L’assessore Segnana ribadisce gli impegni della Giunta provinciale. sulla sanità.

Nessun blocco delle assunzioni, ripresa della trattativa per il rinnovo contrattuale e conferma degli stanziamenti economici. L’assessore alla salute, Stefania Segnana, intervenendo oggi all’assemblea dell’Ordine delle Professioni infermieristiche di Trento, ha ribadito gli impegni della Giunta provinciale per la sanità trentina, che hanno come obiettivo prioritario quello di garantire servizi efficienti ed efficaci ai cittadini, tenendo in considerazione la sostenibilità della spesa pubblica e garantendo la professionalità e la sicurezza degli operatori sanitari.

L’assessore è poi intervenuta in maniera ferma rispetto alle recenti polemiche sui presunti tagli di spesa, sottolineando come la lettera inviata all’Azienda sanitaria sia di fatto un atto doveroso e sia da considerarsi nell’ottica di una legittima ricognizione sulle possibili misure di miglioramento del sistema sanitario provinciale, alla luce delle mutate condizioni economiche e sociali.

“Terminata tale ricognizione – ha evidenziato l’assessore – confermo la piena disponibilità a confrontarmi, prima di procedere, con tutti i rappresentanti delle categorie del mondo sanitario e con le associazioni del terzo settore. Modalità, del resto, già avviata fin dal mio insediamento, nella convinzione che il confronto costante con chi vive quotidianamente il rapporto con i pazienti, le strutture, e quindi con la governance aziendale sia fondamentale per riuscire a porre in essere risposte concrete, attuabili, sostenibili e possibilmente in tempi ragionevoli”.

Parlando del personale infermieristico, l’assessore ha evidenziato che non c’è all’orizzonte nessun blocco delle assunzioni. “Al contrario – ha detto – i dati rilasciati dall’ufficio personale dell’Azienda evidenziano un bilancio positivo fra uscite di personale e nuove assunzioni nei primi 5 mesi dell’anno. Inoltre – ha aggiunto – è stata riattivata, ferma dal settembre 2018, la trattativa per il rinnovo contrattuale 2016/2018 del comparto sanità e la Giunta provinciale ha ribadito la disponibilità di circa 5 milioni di euro a regime per valorizzare l’attività del personale di comparto e di ulteriori 5.5 milioni una tantum per le varie categorie. L’intenzione è quella di non effettuare l’ennesimo stralcio, ma di raggiungere un accordo contrattuale ed economico che consenta di chiudere l’ultimo contratto ancora aperto e di avviare la stagione contrattuale 2019 2021 in maniera coerente al piano di sviluppo provinciale e a quello di efficientamento”.

“L’obiettivo – ha concluso l’assessore Segnana – è e rimane uno: garantire la funzionalità dei servizi, riqualificare la figura professionale di infermieri e operatori socio sanitari riassegnandoli in maniera più appropriata rispetto alle mutate condizioni dei pazienti, con un occhio di riguardo alla salvaguardia dei presidi territoriali”.