COMUNE DI ROVERETO * ROSMINI DAY 2018: DOMANI MERCOLEDÌ 21 MARZO PROSEGUE A TEATRO

La giornata inaugurale del Rosmini Day ha registrato un positivo interesse e afflusso di pubblico sia alla Lectio Rosminiana del prof. Maurizio Malaguti sia alle prime visite guidate svoltesi lunedì sera 19 marzo e martedì 20 marzo (ricordiamo che saranno riproposte anche sabato 24 marzo alle ore 16).

Il «Rosmini Day» prosegue domani mercoledì 21 marzo concentrandosi sulla figura di Clemente Rebora con un doppio spettacolo a Teatro Zandonai alle 10 (per le scuole) e alle 20.45 per la cittadinanza dal titolo “La soglia della morte…Marciare nella luce: Clemente Rebora e la Grande Guerra” a cura del Gruppo Teatrale “Próve de teatro” di Calliano con Enrico Tisi, Romano Panizza, Mattia Romani, Lia Torboli (musiche originali eseguite dal vivo Nicola Mittempergher e regia di Benedetta Conte).

“Il Rosmini Day 2018 lascia emergere un curioso triangolo: Rosmini-Rebora-Città di Rovereto. Clemente Rebora (1855-1957) riceve una rigida formazione mazziniana in famiglia a cui si accompagna una forte esigenza di spiritualità. Da questa bipolarità sgorgherà la prima produzione poetica, i Frammenti lirici del 1913” spiega don Mario Pangallo respomnsabile della Biblioteca Rosminiana.

“La Grande Guerra porta Rebora sul fronte del Carso dove la sua poesia farà conoscere lo scempio del corpo e la frantumazione dello spirito di una gioventù sacrificata al Moloch delle prepotenze nazionalistiche. Dopo la guerra, Rebora si dedicherà all’insegnamento e da qui approderà alla conversione. Sui quarant’anni entra nell’Istituto della Carità (PP. Rosminiani) fondato da Rosmini, e nel 1945 giunge a Rovereto, dove allarga la sua carità ai più deboli, offre alla città la sua ricchezza culturale, e, nella chiesa di Loreto, il suo confessionale diverrà abitacolo di perdono e di consolazione”.

Ecco quindi che in occasione delle Giornate Rosminiane Rebora e la guerra oltre ad una singolare rappresentazione scenografica propone una emozionante e modulata interpretazione e lettura poetica dei carmi reboriani sulla guerra.

Le Giornate Rosminiane proseguiranno fino al 24 marzo. Promotori sono il Comune di Rovereto, dal Centro di Studi e Ricerche “Antonio Rosmini”, Biblioteca Rosminiana e Accademia degli Agiati, con la collaborazione di Iprase Trentino. E’ stato annunciato che dalla prossima edizione del 2019 concorrerà alla loro organizzazione anche l’Associazione Conventus di Rovereto.